Varese, arrivano i Volontari del Decoro. Non solo per vigilare, ma anche pulire

I gruppi di volontari potranno quindi intervenire direttamente, patrocinati dal Comune

02 dicembre 2015
Guarda anche: Varese
Graffiti 3

I Volontari del Decoro vigileranno su Varese. Ma non si limiteranno a compiti dj controllo, dal momento che  potranno anche effettuare opere pulizia e ripristino di immobili o aree degradate. 

È questa la novità più significativa del nuovo regolamento del Decoro e dell’Igiene Urbana, approvato ieri mattina dalla giunta comunale, su proposta dell’assessore all’Ambiente Riccardo Santinon.

I Gruppi dei Volontari del Decoro erano già stati istituiti nella precedente versione del regolamento. Tuttavia i loro poteri erano limitati.

“Prima erano previsti infatti solo ruolo di vigilanza – spiega Santinon – mentre con questo nuovo regolamento potranno intervenire, patrocinati dal Comune, ed eseguire operazioni di pulizia e ripristino del decoro. Le modalità andranno ancora definite, questo però è un primo importante passo verso la collaborazione tra istituzioni e cittadini per tenere pulita e salvaguardare la nostra città”.

Il testo del regolamento recita: “È istituito il “Gruppo Volontari del Decoro”. Il Gruppo, oltre alle funzioni di vigilanza, svolge le seguenti attività ritenute utili alla collettività comunale: cura, manutenzione e valorizzazione dei beni patrimoniali vandalizzati (arredo urbano e edifici di proprietà comunale); segnalazione di atti di vandalismo e di danneggiamento del patrimonio pubblico e in particolare di quello comunale”.

Un’altra novità rispetto al precedente regolamento riguarda la possibilità che il Comune riorganizzi i vani tecnologici dei servizi pubblici, ovvero le centraline di metallo, presenti in vari punti della città. L’idea è quella di mitigare questi impianti con interventi che li abbelliscano in linea con il decoro del centro, oppure che li rendano meno visibili.

Inoltre, cambiano anche le modalità attraverso le quali i privati che devono ripulire i muri danneggiati da atti di vandalismo possono richiedere i contributi comunali.

“I proprietari e/o i legali rappresentanti che intendono accedere ai contributi di cui al comma 2, devono presentare, nel periodo compreso tra il 1° maggio e il 31 luglio dell’anno solare successivo a quello oggetto dell’accertamento a bilancio, specifica domanda redatta su modello predisposto dall’Area XI Tutela Ambientale unitamente alla documentazione relativa alle spese sostenute” si legge. Nella precedente versione le richieste dovevano arrivare nel periodo tra febbraio e marzo.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto: la BPM Sport Management espugna il Foro Italico

    Arriva la terza vittoria in sette giorni. La BPM Sport Management ha iniziato il nuovo anno veramente alla grande. A farne le spese questa volta è la SS Lazio Nuoto che, alla Piscina del Foro Italico, è uscita sconfitta per 9-17 (1-7, 3-1, 3-6, 2-3). Ottime le prestazioni di Mirarchi e Luongo,
  • Pallanuoto: la BPM Sport Management a Roma contro l’insidia Lazio

    Dopo le fatiche di Coppa torna il Campionato. Messo in cassaforte il risultato del match di andata (12-10 / ritorno in programma sabato 18 febbraio), domani la BPM Sport Management sarà a Roma dove, alla Piscina del Foro Italico, sfiderà la SS Lazio Nuoto per la 12ª giornata del Campionato di
  • Un campione olimpico a Varese: Jury Chechi

    Il sindaco di Varese Davide Galimberti, il vicesindaco Daniele Zanzi e il presidente del Consiglio comunale hanno incontrato questa mattina a Palazzo Estense il campione olimpico Jury Chechi. Il famoso ginnasta sta trascorrendo qualche giorno a Varese, città in cui da atleta si è allenato per
  • Euro Cup, semifinale: alla BPM Sport Management il primo round contro l’Oradea

    Grande spettacolo in vasca alle Piscine Manara. Nell’andata della semifinale di Euro Cup, la BPM Sport Management batte 12-10 (3-4, 3-4, 2-1, 4-1) il CSM Digi Oradea, rimontando nel quarto tempo lo svantaggio maturato nella prima parte di gara . Nell’altro match lo Jadran Carine Herceg Novi