Varese: approvato il regolamento per la gestione degli impianti sportivi

Tariffe invariate e modifiche alle modalità per l'affidamento in gestione

20 novembre 2015
Guarda anche: SportVarese
calcio

E’ stato approvato nell’ultima seduta del Consiglio comunale il Regolamento per la gestione degli impianti sportivi comunali, sulla base delle linee guida regionali.
I punti principali sono stati presentati questa mattina dal sindaco Attilio Fontana, dall’assessore allo Sport Maria Ida Piazza, dal presidente della Commissione Sport Giacomo Cosentino con il vicepresidente Roberto Parravicini.
“Un bel lavoro di squadra – hanno detto il sindaco e l’assessore -: il nuovo regolamento va a sanare una situazione del passato, quando non esistevano appunto regolamenti per gli impianti. Negli scorsi mesi sono stati effettuati sopralluoghi in tutte le strutture: ora abbiamo la mappa precisa per la corretta gestione, in piena collaborazione con le associazioni sportive”.

“Dopo circa 2 anni di lavoro – dichiara il presidente della Commissione Sport Giacomo Cosentino – abbiamo approvato il nuovo regolamento per la gestione degli impianti sportivi comunali fino ad ora inesistente. E’ il più importante provvedimento in materia di gestione di impianti sportivi degli ultimi anni e sono felice che siamo riusciti ad ottenere votazione unanime prima in Commissione e poi in Consiglio Comunale. Ci tengo a sottolineare che in questi 2 anni abbiamo dovuto scrivere il testo da zero, ci abbiamo messo più tempo del previsto perché, vista la complessità e l’importanza della materia, abbiamo voluto essere sicuri di fare un buon lavoro approfondendo tutte le problematiche. Abbiamo voluto trovare una sintesi con tutte le forze politiche anche per la delicatezza di alcuni aspetti che sono stati disciplinati, come, ad esempio, alcuni criteri per i bandi coi quali verrà affidata la gestione degli impianti sportivi varesini”.

I principi che contraddistinguono questo regolamento sono trasparenza delle gare per l’affidamento, agevolazioni per disabili e famiglie, fruibilità da parte di enti no profit, più informazione verso l’utenza, valorizzazione delle realtà rionali, limite di spesa pubblica e blocco degli aumenti delle tariffe. Il regolamento disciplina aspetti fondamentali per il futuro di tutti gli impianti sportivi comunali varesini, in particolar modo:

a) vengono indicate le modalità per l’affidamento della gestione degli impianti differenziate secondo la tipologia in cui rientra ogni singolo impianto (previste cinque tipologie di impianto);
b) vengono stabiliti i criteri con cui verranno valutate le offerte presentate nei bandi per l’affidamento e, quindi, in base ai quali verrà deciso chi dovrà aggiudicarsi la gestione;
c) sono previste le clausole essenziali da inserire in ogni tipologia di contratto che verrà concluso con qualsiasi soggetto al quale verrà affidata la gestione di un impianto sportivo;
d) vengono previste la modalità con cui deve essere tenuta la contabilità da parte dei soggetti affidatari ed un tetto massimo per i contributi che il Comune potrà erogare;
e) viene disciplinata, con parziale rinvio al regolamento impianti pubblicitari, la materia riguardo la concessione di impianti pubblicitari all’interno delle strutture sportive;
f) verrà incrementata l’informazione verso gli utenti e le realtà sportive circa i servizi resi e le regole per l’utilizzo/gestione: verrà predisposta la Carta dei Servizi con tutte le info utili a cittadini ed associazioni interessati, scaricabile dal sito del Comune
Le tariffe sono invariate dal 2004 e non sono state modificate. Sono state inserite clausole per ogni tipologia di contratto, con agevolazioni per disabili e famiglie numerose, fruibilità da parti di enti e associazioni no profit e riserve di utilizzo per iniziative ed eventi supportati dal Comune.
C’è anche una parte di territorialità: si darà preferenza alle realtà sportive presenti a Varese. E’ prevista anche la valorizzazione degli impianti rionali grazie a possibilità di gestione da parte di associazioni presenti nei rioni stessi.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti