Va’ rese: una mostra sulla microvalorizzazione del quotidiano

Da lunedì 9 maggio in piazza Monte Grappa l'esposizione fotografica

05 maggio 2016
Guarda anche: Varese
Piazza monte grappa

Dal dialetto milanese “vardare” e dall’inglese “to rese”, scuotere, Va’rese vuole smuovere qualcuno a fare qualcosa. È un progetto di microvalorizzazione del quotidiano, concepito da un gruppo di giovani professionisti under35, che vede la città con occhi nuovi,  Attraverso una mappa, piccoli progetti grafici ed eventi mette in risalto alcuni “luoghi notevoli” cittadini e li inserisce in un circuito uniforme.

 


Grazie al sostegno di IFC (gruppo UnipolSai), con il coordinamento del Gruppo Eventi dell’Ordine degli Architetti di Varese , con il patrocinio di FAI delegazione di Varese e dell’ Ordine degli Architetti di Varese, comune di Varese, del Comitato Varese 200 e con la collaborazione di UnipolSai, UnipolBanca, Libera e Slowfood, il progetto VA’rese, dopo mesi di ricerca sul campo, si presenta ufficialmente alla città con un fotoreportage di edifici, scorci, luoghi speciali ed emergenze della città di Varese: una mappatura di 200 luoghi notevoli per commentare i 200 anni della nostra città.

Marco Zanini, Nicola Domaneschi e Marco Verdi raccontano la città illustrando e interpretando i luoghi mappati con una collezione di frammenti visivi. Riflettendo la natura del progetto, la mostra sarà in costante aggiornamento: di mese in mese si arricchirà di nuove immagini, in modo da restituire a passanti e visitatori un’immagine di VA’rese in costante mutamento, così come la percezione della città e dei nostri punti di riferimento al suo interno evolve continuamente in funzione delle scoperte e delle esperienze quotidiane.

Le stampe fotografiche fine-art che compongono la mostra, saranno messe in vendita in dicembre 2016 alla chiusura della mostra e il ricavato verrà devoluto per le attività promosse dall’associazione Libera. In onore di questa prestigiosa collaborazione, una parte del fotoreportage sarà dedicato proprio ai beni sequestrati alla mafia sul territorio varesino: in questa sezione emergeranno i paesaggi urbani caratterizzati dalla presenza di queste realtà e ne verranno raccontati gli utilizzi. La mafia c’è, anche a Varese: questi luoghi rappresentano la cartina tornasole di una presenza invisibile, che fa parte del nostro quotidiano e che spesso coincide con momenti di degrado del tessuto della città.

La mostra sarà inoltre accompagnata da eventi che contamineranno Varese per tutta la durata dell’esposizione. Tra le associazioni e i gruppi che interverranno anche Karakorum Teatro che, proprio in occasione dell’inaugurazione della mostra, presenterà alla città di Varese il suo nuovo progetto di visita teatralizzata della città (progetto vincitore del bando Accendi le tue idee). Questo progetto artistico nasce dall’idea che la bellezza di un luogo non è solo qualcosa che si vede ma anche qualcosa che bisogna saper raccontare. Alle persone che parteciperanno a questi spettacoli itineranti per le vie della città (che saranno proposti nei mesi estivi e partiranno proprio dalla mostra fotografica) verrà data l’occasione di conoscere uno spazio in un modo nuovo, affezionandosi alle storie che rendono gli spazi luoghi significativi.

www.varesemicrovalorizzazione.wordpress.com

Tag:

Leggi anche:

  • “Merende sotto l’albero”: le Piscine Manara festeggiano il Natale

    Le Piscine Manara si preparano in grande stile all’arrivo delle festività natalizie. Infatti, domenica 11 dicembre, Sport Management, la società che gestisce il Centro Natatorio, in collaborazione con Royal Time, organizzerà un evento all’insegna dello sport e del divertimento per
  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale