Università dell’Insubria: open day da record

1500 partecipanti al campus di Bizzozero

19 marzo 2016
Guarda anche: Varese
openday

openday

Circa 1500 ragazzi questa mattina sono stati all’Insubriae Open day, la manifestazione di orientamento dell’Università degli Studi dell’Insubria dedicata alle aspiranti future matricole.

Un vero record di presenze con tantissimi varesini provenienti da istituti di tutta la provincia; molti lombardi, specialmente provenienti da Como e da Milano, ma anche tanti ragazzi arrivati da fuori regione, in particolare da Piemonte e Svizzera, e dalle località più disparate: da Mantova a Bologna, da Matera a Teramo, dalla Puglia alla Sicilia e perfino da Albania e Estonia.

La formula dell’Open day risulta vincente perché i diplomandi da un lato ascoltano direttamente dalla viva voce dei protagonisti – ossia studenti e docenti – come si articola il Corso di Laurea al quale sono interessati, dall’altro possono avvicinarli per sciogliere dubbi e chiedere chiarimenti ulteriori. Particolarmente gradite risultano anche le testimonianze dei laureati che raccontano le prospettive di inserimento lavorativo offerte da ciascun Corso di Laurea. Il Padiglione Monte Generoso ha ospitato nelle varie aule e nei laboratori le attività del Dipartimento di Economia, del Dipartimento di Diritto, economia e culture, dei Corsi di Laurea dell’Area Medico-Sanitaria e Scienze Motorie e dei Corsi di Laurea dell’Area Biologica/Biotecnologica.
Grande partecipazione per la simulazione dei test di ammissione per i Corsi di Laurea a numero chiuso – per l’Area Medico-Sanitaria oltre 400 partecipanti; per Scienze Biologiche e Biotecnologie quasi 200 – e per le prove di verifica della preparazione iniziale per i Corsi ad accesso libero, peraltro valevole in caso di esito positivo.

Al Padiglione Morselli sono state proposte attività da parte degli altri Corsi di Laurea di Area Tecnico-Scientifica e da Scienze della comunicazione, che oltre a docenti e studenti ha affidato la testimonianza sulla professione di cronista al sapiente racconto di Ezio Motterle, firma storica de Il Giorno.

Per tutta la mattinata anche i dipendenti dell’Ateneo sono stati a disposizione per fornire informazioni su servizi ed opportunità su Segreterie, Orientamento e placement, Diritto allo studio, C.U.S (Centro Universitario Sportivo), Si.B.A.(Sistema Bibliotecario di Ateneo), Associazioni Studentesche, Coro Universitario.

L’Open day è social: infatti tra i nuovi like sulla pagina ufficiale Facebook dell’Ateneo registrati tra il 19 marzo e il 2 aprile (facebook.com/uninsubria), sarà estratto il vincitore di un kit Insubria, con penne, maglietta, tazza e altri accessori logati. Mentre tra le foto pubblicate su Instagram, con gli hashtag ufficiali: #Openinsubria16, #università e #uninsubria, la foto più votata tra le dieci pubblicate su facebook vincerà un altro kit Insubria.

L’appuntamento con l’Open day a Como è fissato per sabato 2 aprile, nel Chiostro di Sant’Abbondio, via S. Abbondio 12, la novità in programma è la possibilità di recarsi nel Polo Scientifico di via Valleggio alla scoperta dei laboratori dell’Università degli Studi dell’Insubria.

Il programma dettagliato alla pagina www.uninsubria.it/openday.

Tag:

Leggi anche:

  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti
  • Simone Miele vincitore della Coppa Italia Rally 2016

    rally-simone-miele Simone Miele e Roberto Mometti sono i vincitori della Coppa Italia Rally 2016, serie nazionale reintrodotta da Aci Sport per questa stagione. A bordo della Ford Fiesta World Rally Car, i due varesini – Simone è di Olgiate Olona mentre Roberto di Luino- hanno messo le mani sul titolo di Zona1 già