Università dell’Insubria: Giurisprudenza al 4° posto a livello nazionale

Risultati brillanti dell'ateneo varesino nella guida del Censis

30 maggio 2016
Guarda anche: Varese
università dell'insubria

La didattica dell’Università degli Studi dell’Insubria registra risultati positivi nella graduatoria stilata dalla Grande Guida Università 2016-17 stilata da Censis Servizi per il quotidiano La Repubblica.

I risultati più brillanti – come ormai da qualche anno – si registrano per il per il Corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Giurisprudenza del Dipartimento di Diritto, Economia e Culture – DiDEC, erogato a Como e Varese, che raggiunge il 4° posto a livello nazionale, su 47 corsi analoghi, piazzandosi così prima tra le Università lombarde. Buona anche la performance per il Corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Medicina e Chirurgia al 10° posto su 37 Corsi di laurea analoghi in tutta Italia.

Un altro primato lombardo per l’Università degli Studi dell’Insubria è quello relativo ai Corsi di Laurea triennali afferenti al Gruppo Scientifico: infatti i Corsi di laurea triennali in Matematica, Fisica e Informatica sono all’11° posto a livello nazionale sui 41 Corsi della stessa Classe e sono i primi per la Lombardia, seguiti dalla Statale di Milano al 12°.

Molto bene anche per le lauree afferenti al Gruppo Geo-Biologico, che per l’Insubria sono tre “Biotecnologie”, “Scienze Biologiche” e “Scienze dell’ambiente e della Natura”, con un 10° posto su 37 Atenei nella stessa classe.

Nel complesso anche gli altri risultati relativi alla didattica sono soddisfacenti, ma Grande Guida Università non lesina errori: infatti non contempla nella graduatoria il Corso di Scienze della Comunicazione e quello in Scienze del Turismo, mentre invece valuta (e pure bene 15° su 35) il Corso di laurea in Discipline Giuridiche, che invece è disattivato dal 2013.

Il piazzamento nella graduatoria relativa ai parametri “Servizi”, “Borse”, “Strutture”, “Web” e “Internazionalizzazione” – che vede l’Università degli Studi dell’Insubria all’8° posto su 11 Atenei “piccoli”- è condizionato dalla valutazione dell’indicatore “Borse”, con 72 punti su 110. Il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi dell’Insubria, Professor Alberto Coen Porisini, spiega: «Grande Guida Università prende in considerazione quanti studenti beneficiano di una borsa di studio, ma sarebbe più appropriato, invece, considerare quanti studenti idonei a ricevere la borsa di studio poi la ottengono realmente. All’Università degli Studi dell’Insubria, infatti, il 100 per 100 degli studenti idonei – sulla base dei requisiti fissati da norme nazionali – ottiene la borsa di studio. Abbiamo quindi abolito la figura dello studente idoneo non beneficiario, presente in molti altri Atenei».

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio Tim Cup – Il Varese pesca il Pisa

    La stagione del Varese parte dalla Toscana e parte da Pisa: saranno loro gli avversari dei biancorossi nel primo impegno ufficiale della stagione Domenica 30 luglio gli uomini di mister Iacolino se la vedranno con gli uomini di Carmine Gautieri ex tecnico proprio dei biancorossi. La sfida di Tim
  • Gite in Lombardia presenta “Al Poncione di Ganna”

    Gite in Lombardia organizza per il 14 agosto una giornata in mezzo alla natura, con metà il Monte Poncione di Ganna, una montagna delle Prealpi Varesine alta 993m slm. “Un sentiero all’ombra di antichi alberi, un’idea per scappare dalla calura delle nostre città certo, ma non solo.
  • Calcio – Il Varese si presenta ufficialmente e va in ritiro

    Oggi è il giorno del raduno, ieri sera si sono tenute le presentazioni ufficiali della nuova dirigenza biancorossa: è così che il Varese si appresta a vivere da protagonista la prossima stagione in serie D. Primo acquisto fra tutti mister Salvatore Iacolino, lo specialista di questa categoria:
  • Il Mastino della BPM Sport Management Valentino Gallo ha quasi sconfitto il Morbillo: a breve il ritorno a casa

    Negli scorsi giorni l’atleta della Pallanuoto BPM Sport Management Valentino Gallo, durante il ritiro con la Nazionale Italiana in preparazione ai Mondiali di pallanuoto in corso di svolgimento a Budapest in Ungheria, era stato colpito dal Morbillo una malattia infettiva che aveva messo k.o.