Università dell’Insubria: aumentano borse di studio e residenze per gli studenti

Importanti novità per le nuove matricole

26 luglio 2016
Guarda anche: Varese
univ

L’Università degli Studi dell’Insubria ogni anno incrementa le risorse destinate a sostenere gli studi dei più meritevoli. L’impegno dell’Ateneo si traduce in borse di Studio, alloggi gratuiti nei collegi di Varese e di Como, in esoneri della contribuzione e nella possibilità di collaborare con gli Uffici dell’Ateneo: misure ulteriori rispetto a quelle del Diritto allo Studio Regionale, ma che vanno nell’unica direzione di agevolare da un lato gli studenti meritevoli e dall’altro di premiare i migliori.

Da quest’anno sono state incrementate le “Borse di eccellenza e merito”. Si tratta di 35 Borse di studio riservate a studenti iscritti al primo anno di corso di laurea triennale o magistrale a ciclo unico: 20 borse dell’importo di 2.000 euro e 15 borse per studenti fuori sede, dell’importo di 5.000 euro.Queste Borse di studio si rivolgono a studenti particolarmente bravi, ai quali si richiede di aver ottenuto una votazione minima alla maturità pari a 95/100; e l’impegno da parte dello studente a conseguire, entro la sessione estiva degli esami di profitto (10/08/2017), un requisito di merito (crediti e media) stabilito dal bando di concorso.

 

In seguito allo scioglimento del Consorzio Cidis, a partire dall’anno accademico 2016/17, l’Università degli Studi dell’Insubria gestisce direttamente gli interventi per il diritto allo studio universitario su fondi Regionali e li realizza attraverso azioni di sostegno economico agli studenti, servizi di ristorazione e di alloggio e altre iniziative. Per ottenere questi benefici – Borse di studio; Ristorazione; Integrazioni alle borse; Alloggi – viene pubblicato annualmente uno specifico bando, consultabile sul sito d’Ateneo, sulla base di criteri definiti dalla Giunta regionale lombarda, che vertono sostanzialmente sul merito e sulle condizioni economiche familiari. Per quanto riguarda in particolare le Borse per il Diritto allo Studio Universitario sono finanziate da Regione Lombardia e dal MIUR, ma l’Università degli Studi dell’Insubria assicura – attraverso ulteriori risorse proprie – la copertura economica della borsa di studio a tutti gli aventi diritto. Le Borse per il Diritto allo Studio Universitario vengono assegnate per concorso: gli studenti devono possedere requisiti di merito, di regolarità accademica e di reddito previsti dal Bando.

 

Gli studenti hanno la possibilità di alloggiare al Collegio universitario “Carlo Cattaneo” situato nel Campus universitario di Varese. Inaugurato nell’anno accademico 2012/13, il Collegio è una moderna residenza universitaria situata in via Dunant 5 (località Bizzozero), a pochi passi dalle sedi dell’attività didattica di tutti i corsi di studio presenti a Varese. Dispone di 96 posti letto tutti in camera singola con servizi privati e un locale soggiorno – cucina ogni 4 camere. L’edificio è servito da un’ampia area parcheggio ed è collegato al centro di Varese (piazzale delle ferrovie) con autobus linea urbana (E o C). Le ammissioni e i posti gratuiti e a tariffa agevolata sono regolati da specifico bando, pubblicato on-line.

 

Da quest’anno, inoltre, a Como è possibile alloggiare alla Residenza universitaria “La Presentazione”, struttura recentemente ristrutturata e inaugurata nel 2016, situata in via Zezio 58. Sono disponibili per l’anno accademico 2016/17 trenta posti letto, in camere doppie, con servizi privati e cucina al piano. Sono disponibili posti gratuiti: si accede attraverso specifico bando.

 

Le immatricolazioni ai corsi di Laurea ad accesso libero, Triennali e Magistrali a ciclo unico, e le iscrizioni agli anni successivi al primo all’Università degli Studi dell’Insubria partono il 1° agosto 2016 e si concludono il 30 settembre. Successivamente è ancora possibile immatricolarsi con un obbligo di mora. Al momento dell’iscrizione lo studente deve pagare, tramite MAV, la prima rata, di 655 euro; la seconda rata, va pagata entro il 26 maggio 2017, e viene calcolata sulla base della condizione economica del nucleo familiare dello studente (valutata mediante l’ISEE per le prestazioni del diritto allo studio universitario) e della tipologia di corso di laurea. L’importo della seconda rata può variare da un minimo di 0 ad un massimo di 3.030 euro.

L’attestazione ISEE è una certificazione prodotta sulla base di una Dichiarazione Sostitutiva Unica sottoscritta da uno dei componenti del nucleo familiare dello studente da consegnare ad un CAAF. L’attestazione ISEE è necessaria per il calcolo della seconda rata di contribuzione universitaria, ma anche ai fini dell’assegnazione di eventuali benefici di diritto allo studio. I CAAF provvederanno, a titolo gratuito, previo appuntamento, a prestare adeguata assistenza agli studenti nella compilazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica e a rilasciare l’Attestazione ISEE per le prestazioni del diritto allo studio universitario. Gli studenti stranieri dovranno rivolgersi ai CAAF individuati dall’Ateneo (elenco disponibile sul sito di Ateneo www.uninsubria.it).

Da quest’anno l’attestazione ISEE sarà acquisita direttamente dall’Università dalla Banca Dati INPS tramite procedura informatizzata, pertanto lo studente non dovrà consegnare nulla agli sportelli della Segreteria Studenti.

La presentazione dell’attestazione ISEE dovrà essere effettuata entro il 7 novembre 2016, dopo è prevista una penale, chi non la presenta entra il 31 dicembre 2016 dovrà pagare l’importo massimo della seconda rata.

Gli studenti in una situazione di comprovata difficoltà economica con una seconda rata di importo superiore a 700 euro potranno richiedere la rateizzazione.

 

Sono, infine, previsti esoneri per Studenti beneficiari o idonei al conseguimento delle borse di studio; studenti con disabilità, studenti appartenenti a un nucleo familiare con la presenza di più studenti universitari iscritti all’Università degli Studi dell’Insubria e inoltre gli immatricolati per l’anno accademico 2016/2017 ai corsi di laurea di Fisica, Chimica e chimica industriale e Matematica verseranno solo la prima rata d’iscrizione e usufruiranno di una riduzione della contribuzione pari alla seconda rata. Tale beneficio viene mantenuto negli anni successivi, previa verifica del rispetto di specifici requisiti di merito.

Per consultare tutti i bandi: www.uninsubria.it/web/dirittoallostudio, voci alloggi e borse di studio.

Per informazioni su tasse e contributi: www.uninsubria.it/web/tasse.

Per aggiornamenti e informazioni: www.uninsubria.it.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto: vittoria convincente della BPM Sport Management contro la Roma Vis Nova

    Tre punti per dimenticare la delusione europea. La BPM Sport Management, nel turno infrasettimanale di Campionato (16ª giornata), giocato ieri pomeriggio, batte nella Piscina del Foro Italico la Roma Vis Nova per 20-9 (6-3, 3-2, 4-3, 7-1) e centra la sesta vittoria consecutiva. I Mastini
  • Volley – La UYBA vola ai quarti, ma che fatica!

    La UYBA torna da Minsk con la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Cev in tasca. Il ko per 3-2 (25-22, 22-25, 25-21, 24-26, 15-10) rimediato nella gara di ritorno degli ottavi in casa del Minchanka Minsk, infatti, consente alle farfalle di strappare il pass per il turno successivo in virtù
  • BCC Cup, il basket con il cuore raccoglie 10.000 euro per la fondazione Il Ponte del Sorriso

    Il primo trofeo BCC Cup è andato alla solidarietà. La grande partecipazione di pubblico sugli spalti del PalaBorsani e l’agonismo messo in campo dalla Pallacanestro Openjobmetis Varese e dal Legnano Basket Knights hanno fatto vincere il grande cuore del basket e di tutti gli appassionati della
  • Volley – UYBA in Bielorussia per la Coppa CEV

    Sono due le trasferte consecutive in calendario per la UYBA che poi, non essendosi qualificata per le Final Four di Coppa Italia (Firenze, 4/5 marzo), potrà tirare un po’ il fiato. Questa mattina le farfalle sono volate in Bielorussia, a Minsk, mentre domenica saranno di scena al Mandela Forum