Università dell’Insubria: assegnate le borse di studio per il premio Ace

Alle studentesse Cusati, Volpe e Olmo il prestigioso riconoscimento

15 dicembre 2015
Guarda anche: Varese Città
WP_20151215_005

 

È andato a Elisa Cusati, Sara Olmo e Martina Volpe il Premio ACE 2015 assegnato dall’Associazione Calabrese di Epatologia (Onlus) di Pellaro, Reggio Calabria, per il migliore progetto di comunicazione realizzato dagli Studenti del corso di Comunicazione Pubblica e Istituzionale, del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi dell’Insubria.

L’Associazione Calabrese di Epatologia Onlus è impegnata nel sostenere progetti di ricerca epidemiologica, nella divulgazione, finalizzata alla prevenzione, nella formazione e nell’aggiornamento degli operatori della sanità e nella realizzazione de “La Cittadella della salute”, struttura che intende proporsi come punto di riferimento nel rapporto tra architettura e territorio dove coesistono materiali e linguaggi tradizionali ed innovativi (http://www.associazionecalabresepatologia.it/).

Il Premio ACE consiste in una borsa di studio del valore di mille euro, per la realizzazione di un prodotto di comunicazione per la promozione della “Cittadella della Salute”.

La Giuria – composta da Avv. Nino Mafrici in rappresentanza di ACE (Associazione Calabrese di Epatologia – Onlus), Prof. Fabio Minazzi, Presidente del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, Università degli Studi dell’Insubria, Prof.ssa Katia Visconti, Docente di Scienze della Comunicazione, Università degli Studi dell’Insubria, Dott. Mauro Carabelli, esperto di Comunicazione Pubblica e Marketing – ha attribuito il Premio all’elaborato delle tre studentesse varesine con la seguente motivazione: “L’elaborato, sia in formato video e formato testo, ha l’originalità di articolare con linguaggio appropriato e buona rappresentazione grafica i campi di intervento dell’associazione su tre livelli indirizzati a bambini, adolescenti e adulti. Per quanto riguarda la realizzazione del logo risulta appropriato il riferimento al filosofo calabrese Tommaso Campanella ideatore del trattato “La Città del Sole” in quanto consente di innervare l’azione dell’associazione nel tessuto culturale del territorio in cui si ritrova ad agire. Il video diretto esclusivamente ai bambini rappresenta un creativo viaggio attraverso il mondo della salute ben utilizzabile come lezione interattiva tra insegnate e alunni. La rappresentazione delle finalità associative attraverso i tre libretti cartacei è ben articolata e adattata ai tre livelli di percezione delle problematiche relative alla salute e alla sua prevenzione”.

Tag:

Leggi anche:

  • Al via mercoledì le semifinali scudetto del campionato under 15 per la Busto Pallanuoto

    Scatterà mercoledì 26 luglio la semifinale del Campionato Nazionale under 15 Maschile di pallanuoto che, nel girone 4 in programma presso la Piscina Comunale Olimpica di Palermo, vedrà in vasca anche la Busto Pallanuoto, società del vivaio Sport Management qualificatasi nelle scorse
  • 24 luglio 1923: la Juventus si apre all’era di casa Agnelli

    Fu fondata nel 1897 a Torino da un semplice gruppo di studenti liceali locali, appassionati di calcio, che pensarono a questa società come un semplice polisportiva. La squadra composta allora da un gruppo di ragazzi del liceo classico della città fece strada arrivando al suo primo campionato
  • Arcieri di Varese, per i 40 anni una festa sociale a Calcinate degli Orrigoni

    Era il 19 luglio del 1977 quando la società, affiliata alla Federazione Italiana Tiro Con l’Arco, apriva per la prima volta le porte ai giovani. La compagnia Arcieri di Varese, festeggia il suo 40esimo anno di età, 40esimo anno di promozione sportiva e sociale nel territorio, 40esimo anno di
  • Calcio Tim Cup – Il Varese pesca il Pisa

    La stagione del Varese parte dalla Toscana e parte da Pisa: saranno loro gli avversari dei biancorossi nel primo impegno ufficiale della stagione Domenica 30 luglio gli uomini di mister Iacolino se la vedranno con gli uomini di Carmine Gautieri ex tecnico proprio dei biancorossi. La sfida di Tim