Uboldo, il sindaco “Per gli uboldesi arriva il voucher formazione”

Nuovi anno e primo ritocco al bando dello sportello del lavoro: maggiore attenzione ai giovani e a chi vuole fare carriera

02 Gen 2018
Guarda anche: AperturaLavoroVarese provincia

Il 2018 porta buone notizie: il sindaco di Uboldo, Lorenzo Guzzetti ha annunciato oggi che per i mesi a venire ci saranno delle importanti novità in comune, in particolare presso lo sportello dedicato ai lavoratori Abbiamo deciso di ritoccare e ricalibrare il bando a sportello messo a disposizione in autunno e così riusciamo a intercettare altre due categorie che erano rimaste escluse dal precedente avviso: chi lavora ma vorrebbe migliorare la propria condizione e i giovani tra i 16 e i 18 anni in “’dispersione scolastica’ Pertanto abbiamo tolto l’obbligo di disoccupazione o inoccupazione.

Questa novità secondo il sindaco sarò un modo concreto per aiutare tutti gli uboldesi a cercare lavoro, facendolo attraverso un voucher formazione.

Ecco tutto quello che accadrà.

Così mettiamo ancora 15.000 euro a disposizione per:
– uomini e donne dai 16 ai 55 anni
– ISEE ordinario minore o uguale a 18.000 euro 
– residenti a Uboldo 
– che abbiano una dichiarazione attestante l’effettiva ammissione al corso da parte dell’ente accreditato

I corsi ai quali ci si può iscrivere sono i seguenti:
– ASA
– Assistente familiare
– Assistente alla poltrona
– OSS
– Addetto all’attività funebre
– Somministrazione alimenti e bevande
– Addetto ai Servizi di Controllo (ex Buttafuori)

I voucher erogati dal Comune di Uboldo sono da 250, 500, 750 e 1000 euro in base al costo effettivo del corso. Tendenzialmente il Comune copre in questo modo metà del costo del corso.

L’obiettivo di questa correzione al bando è stato fatto per aiutare sia i giovani che i lavoratori “Così non solo combattiamo la dispersione scolastica ma diamo modo anche a chi vuole “rimettersi in gioco” o vuole migliorare la propria posizione lavorativa (e quindi anche lo stipendio…) di darsi da fare per centrare l’obiettivo”.

[ Per informazioni rivolgetevi all’Ufficio Servizi Sociali: 02/96992216 o scrivendo una mail ]

Tag:

Leggi anche:

  • Sistema Varese e attrattività: un trend in crescita

    Sono oltre 25mila i dipendenti che lavorano nelle 282 imprese che sul territorio varesino sono frutto degli investimenti esteri. Un dato che è cresciuto in poco più di dieci anni del 15,6%: erano 244 aziende nel 2007. Le cifre, frutto di un’analisi condotta dall’Ufficio Studi e Statistica
  • Imprese e protezione dei dati personali: un incontro a Ville Ponti

    Il Regolamento europeo 679/2016 sulla protezione dei dati personali, noto anche come GDPR, a partire dal 25 maggio 2018 ha introdotto importanti cambiamenti nei principi e nelle modalità con cui le imprese devono impostare e gestire le attività di trattamento dei dati personali. In seguito, il
  • Ristorno fiscale: Luino, Malnate, Lavena Ponte Tresa, Arcisate e Viggiù i comuni più ricchi

    “Ammonta a oltre 22.3 milioni di euro la somma destinata ai Comuni della Provincia di Varese e derivante dal ristorno fiscale delle tasse pagate in Svizzera dai lavoratori frontalieri per l’anno 2016 e liquidate nel 2018. A questa cifra si aggiungono un altro milione di euro assegnato alle
  • Nel prossimo trimestre 16.220 nuove assunzioni in provincia

    Nel trimestre novembre 2018 – gennaio 2019 le imprese della provincia di Varese prevedono di effettuare 16.220 assunzioni: a cercare nuovo personale sarà il 21% delle aziende con almeno un dipendente. In Lombardia le nuove occasioni di lavoro sono oltre 246mila mentre in Italia superano