“Troppi profughi in Lombardia”. La Lega vuole mandarli nelle altre regioni

Incontro del consigliere regionale Monti con il prefetto di Varese

15 aprile 2016
Guarda anche: Varese
Profughi

Dimezzare l’arrivo dei profughi in Lombardia. Ed effettuare controlli mirati sulle cooperative, almeno uno alla settimana od ogni due. I gruppi parlamentari della Lega Nord presenteranno una serie di richieste al premier Matteo Renzi e al ministro dell’Interno Angelino Alfano, che vengono direttamente dalla Lega di Varese.

In particolare dal consigliere regionale Emanuele Monti, che questa mattina ha incontrato il prefetto di Varese Giorgio Zanzi, insieme al capogruppo in Provincia Giuseppe Longhin e al vicesindaco di Busto Arsizio Giampietro Reguzzoni.

“La nostra richiesta, che verrà presentata appunto dai parlamentari al governo, è di portare i controlli di queste realtà ad uno alla settimana, o almeno ogni due settimane. Inoltre la quota di migranti che arrivano in Lombardia dev’essere abbassata dal 20% al 10%.

E che vengano aumentate le quote di altre regioni, come il Molise, le Marche e l’Emilia. Il motivo è semplice: dal momento che l’arrivo di migranti rappresenta anche l’immissione di forza-lavoro nel nostro mercato, può essere una ricchezza. La gestione dei profughi rappresenta infatti, come dicevamo, un business, che si aggira sui 16 milioni di euro. Aumentare le quote in regioni con difficoltà può portare a maggiore occupazione per gli italiani. E i profughi stessi, in quelle realtà, a prevalenza agricola, possono essere meglio impiegati. Di certo, con maggiori possibilità di occupazione che avrebbero a Milano.

Monti ha quindi parlato di Varese. “La notte scorsa sono arrivati due pullman, con cento profughi, arrivati l’altra notte a Varese – dice – la disponibilità delle cooperative si aggira al momento sugli 80-90 posti. C’è quindi un problema legato alla quantità delle persone che arrivano. Se non siamo in grado di accoglierli, significa che è più facile per la criminalità insinuarsi in questo giro”.

 

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare