Trenord Varese-Milano: treni più puntuali del 20%

In commissione Territorio l’incontro tra l’assessore Sorte, i pendolari e i vertici dell’azienda

29 Aprile 2016
Guarda anche: Busto ArsizioGallarateMilanoTrasporti Strade AutostradeVarese Città
trenord coradia

“Sono pronto e disponibile a ridiscutere i parametri del bonus ferroviario secondo le indicazioni e i suggerimenti che i pendolari vorranno fornirci”. Lo ha annunciato l’Assessore regionale alla Mobilità Alessandro Sorte intervenendo ieri in Commissione Territorio durante l’audizione con sindaci, comitati pendolari e Trenord sui disservizi delle linee ferroviarie che collegano Milano con Varese.

Sorte ha assicurato l’attenzione di Regione Lombardia affinchè vengano rispettate le composizioni dei convogli ferroviari, in particolare negli orari di punta, ricordando come oggi in Lombardia viaggino oltre 2.300 treni al giorno e come negli ultimi tre anni il servizio ferroviario in Lombardia è stato incrementato del 20% a fronte di una diminuzione complessiva del 30% nelle altre regioni italiane. L’Assessore regionale ha quindi evidenziato come l’indice di puntualità dei treni sia passato dal 72% del dicembre 2014 al 92% attuale, come su queste linee le soppressioni siano diminuite del 35%, come sia migliorato l’accesso per alle carrozze per i disabili che migliorerà ulteriormente con il rinnovo del materiale rotabile e come, grazie all’utilizzo dei vigilantes, la percezione di maggiore sicurezza sia aumentata dell’8%.

Erano presenti e sono intervenuti all’audizione di oggi il sindaco di San Giorgio sul Legnano Walter Cecchin, il sindaco di Pogliano Milanese Vincenzo Magistrelli, il sindaco di Vanzago Guido Sangiovanni, i Consiglieri comunali di Legnano Riccardo Olgiati e Stefano Quaglia, gli Assessori di Gallarate Angelo Protasoni e di Rho Gianluigi Forloni, Raffaele Specchia del Comitato Pendolari linea Gallarate-Milano, Lisa Tamaro del Comitato Pendolari linea Domodossola-Arona e Silvano Iaconianni del Comitato Pendolari linea Milano-Domodossola. La necessità di una puntualità sempre maggiore soprattutto nelle tratte urbane, una maggiore sicurezza sui convogli unita alla necessità di evitare eccessi di sovraffollamento, la scarsa manutenzione che spesso contribuisce ai ritardi, la comunicazione carente in caso di problemi o guasti sulla linea sono stati i temi principali sollevati.

In rappresentanza di Trenord è intervenuto Paolo Garavaglia, cha ha fornito una relazione dettagliata sull’evoluzione della situazione sulle linee lombarde in questi ultimi mesi. Alcuni chiarimenti sono stati richiesti dalle Consigliere regionali Carolina Toia (Lista Maroni) e Paola Macchi (M5Stelle).

Tag:

Leggi anche:

  • Protesta davanti alle stazioni:”Trenord, servizio inaccettabile, responsabilità Leghista”

    I Giovani Democratici si sono trovati in mattinata davanti alle stazioni Nord di Varese per volantinare e manifestare contro l’inefficienza della gestione di Trenord e i continui ritardi dei treni. Una decina di ragazzi hanno distribuito volantini di protesta ed esibito uno striscione:
  • Trenord, via all’orario invernale: 2.204 treni giornalieri sulle 40 direttrici lombarde

    Da domenica 9 dicembre, con l’introduzione dell’orario invernale, diventa operativo il nuovo programma di Trenord che prevede 2.204 corse ferroviarie quotidiane. Altre 139, attualmente svolte con treni, saranno effettuate da bus, favorendo, nelle ore a bassa frequentazione, minori
  • In arrivo due giorni di sciopero dei treni

    L’organizzazione sindacale CUB Trasporti ha proclamato uno sciopero di 23 oreinteressante il settore del Trasporto Ferroviario Regionale – dalle ore 03:00 di domenica 09 alle ore 02:00 di lunedì 10 dicembre 2018 -, che potrebbe coinvolgere il personale di Trenord. Durante
  • Un Piano per salvare Trenord, non i servizi ferroviari

    “Come noto, da lunedì 10 dicembre verranno soppresse e parzialmente sostituite con autobus circa 180 corse al giorno (oltre il 7% del totale) sulla rete di Trenord. Questo, in estrema sintesi, il cosiddetto “piano di emergenza” di Trenord, predisposto, secondo i vertici della