Trenord Varese-Milano: treni più puntuali del 20%

In commissione Territorio l'incontro tra l'assessore Sorte, i pendolari e i vertici dell'azienda

29 aprile 2016
Guarda anche: Busto ArsizioGallarateMilanoVarese
trenord coradia

“Sono pronto e disponibile a ridiscutere i parametri del bonus ferroviario secondo le indicazioni e i suggerimenti che i pendolari vorranno fornirci”. Lo ha annunciato l’Assessore regionale alla Mobilità Alessandro Sorte intervenendo ieri in Commissione Territorio durante l’audizione con sindaci, comitati pendolari e Trenord sui disservizi delle linee ferroviarie che collegano Milano con Varese.

Sorte ha assicurato l’attenzione di Regione Lombardia affinchè vengano rispettate le composizioni dei convogli ferroviari, in particolare negli orari di punta, ricordando come oggi in Lombardia viaggino oltre 2.300 treni al giorno e come negli ultimi tre anni il servizio ferroviario in Lombardia è stato incrementato del 20% a fronte di una diminuzione complessiva del 30% nelle altre regioni italiane. L’Assessore regionale ha quindi evidenziato come l’indice di puntualità dei treni sia passato dal 72% del dicembre 2014 al 92% attuale, come su queste linee le soppressioni siano diminuite del 35%, come sia migliorato l’accesso per alle carrozze per i disabili che migliorerà ulteriormente con il rinnovo del materiale rotabile e come, grazie all’utilizzo dei vigilantes, la percezione di maggiore sicurezza sia aumentata dell’8%.

Erano presenti e sono intervenuti all’audizione di oggi il sindaco di San Giorgio sul Legnano Walter Cecchin, il sindaco di Pogliano Milanese Vincenzo Magistrelli, il sindaco di Vanzago Guido Sangiovanni, i Consiglieri comunali di Legnano Riccardo Olgiati e Stefano Quaglia, gli Assessori di Gallarate Angelo Protasoni e di Rho Gianluigi Forloni, Raffaele Specchia del Comitato Pendolari linea Gallarate-Milano, Lisa Tamaro del Comitato Pendolari linea Domodossola-Arona e Silvano Iaconianni del Comitato Pendolari linea Milano-Domodossola. La necessità di una puntualità sempre maggiore soprattutto nelle tratte urbane, una maggiore sicurezza sui convogli unita alla necessità di evitare eccessi di sovraffollamento, la scarsa manutenzione che spesso contribuisce ai ritardi, la comunicazione carente in caso di problemi o guasti sulla linea sono stati i temi principali sollevati.

In rappresentanza di Trenord è intervenuto Paolo Garavaglia, cha ha fornito una relazione dettagliata sull’evoluzione della situazione sulle linee lombarde in questi ultimi mesi. Alcuni chiarimenti sono stati richiesti dalle Consigliere regionali Carolina Toia (Lista Maroni) e Paola Macchi (M5Stelle).

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto – La BPM Sport Management espugna Torino con una grande prestazione

    La terzultima giornata della regular season del Campionato di A1 non riserva sorprese per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti batte in trasferta il Torino ’81 per 19-9 (3-2, 5-3, 7-0, 4-4) e grazie ad un’ottima prestazione continua la preparazione alla Final Six, in programma tra
  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo
  • Pallanuoto, 24ª giornata: la BPM Sport Management nella tana del Torino ‘81

    Torna il campionato di Serie A1. Ad un mese dalle Final Six di Torino, la BPM Sport Management domani sarà proprio nel capoluogo piemontese per sfidare il sette di coach Aversa. Una sfida in cui i Mastini sono i favoriti sulla carta, ma che non dovranno assolutamente sottovalutare in quanto il