Treni più puntuali in Lombardia. Ma i disagi sono risolti?

L'assessore Alessandro Sorte espone i dati del 2015

07 marzo 2016
Guarda anche: Busto ArsizioGallarateLombardiaVarese Città
Trenord

Treni più puntuali e un lento miglioramento. Questi i dati sul servizio dei treni in Lombardia nel 2015, secondo l’assessore a Infrstrutture e Mobilità Alessandro Sorte. Tuttavia, il 2015, secondo la cronaca che abbiamo riportato, è stato anche un anno durante il quale i diversi comitati di pendolari hanno denunciato numerosi disservizi. Come lo stesso Sorte ammette, il lavoro da fare è ancora molto.

Per l’assessore Sorte, il 2015 è stato caratterizzato per i treni locali “non solo da un incremento del servizio, finalizzato al miglioramento dell’accessibilità al sito di Expo, ma anche da importanti miglioramenti per quanto riguarda la puntualità, cresciuta mediamente di sette punti percentuali”.

Lo ha scritto in una nota nella quale aggiunge che, a suo parere, “è un bilancio più che positivo quello che il trasporto ferroviario regionale ha fatto registrare negli ultimi quindici mesi”. “A fine dicembre – prosegue l’assessore – la puntualità media del servizio Trenord per l’anno 2015 si è attestata all’84,2 per cento e le 5 direttrici critiche scelte per l’avvio del progetto registrano un miglioramento rispetto al 2014. Nei primi due mesi del 2016 il trend di miglioramento è confermato. Con riferimento all’intero sistema la puntualità ai 5 minuti di gennaio 2016 è risultata dell’87,6 per cento (contro il 78,9 del gennaio 2015), quella di febbraio 2016 del 88,3 (contro l’83,3 del febbraio 2015)”.

I dati della puntualità relativi alle direttrici sensibili, confrontati con il dato di novembre 2014, indicano: sulla S6 Novara-Milano-Treviglio 56 per cento a novembre 2014/86 per cento a febbraio 2016; sulla Bergamo-Carnate-Milano 64 novembre 2014/86 a febbraio 2016; sulla Verona-Brescia-Treviglio-Milano 45 a novembre 2014/82 a febbraio 2016; sulla Mantova-Cremona-Milano 65 a novembre 2014/90 a febbraio 2016; sulla Milano-Bergamo via Pioltello 79 novembre 2014/90 a febbraio 2016; sulla Milano-Domodossola 39 a novembre 2014/78 a febbraio 2016.

“C’è sicuramente molto da fare per migliorare la qualità del servizio e soddisfare tutte le richieste – ha concluso Sorte -, ma la strada è quella giusta. Da segnalare, per concludere, l’entrata in servizio di 50 nuovi treni. Nell’autunno 2015, grazie alla nuova disponibilità di risorse regionali, è stato varato un ulteriore piano di rinnovo del valore di 68 milioni di euro, che prevede l’acquisto di 8 treni (4 GTW e 4 Vivalto), che entreranno in servizio nella primavera 2017. E Anche Fnm ha attivato un nuovo investimento di 107 milioni per l’acquisto di ulteriori 10 Tsr”.

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio, Europe League – Il Milan si beve lo Shkendjia ed ipoteca i gironi

    Un match senza storia quello che ieri sera ha visto il Milan imporsi sui macedoni dello Shkendija. A San Siro, nel primo atto dei playoff di Europa League finisce addirittura 6 a 0 grazie alle doppiette di Silva e Montolivo a cui si sono aggiunte le reti di Borini ed Antonelli. Se è vero che gli
  • Janus River a Villa Recalcati

    Si terrà domani giovedì 17 agosto a partire dalle ore 10:3= presso l’Ufficio di Presidente di Villa Recalcati la conferenza stampa per accogliere Janus River, il ciclista ottantenne che da 17 anni sta girando il mondo a bordo della sua bicicletta. All’evento saranno presenti il Vicepresidente
  • La Piscina Manara di Busto Arsizio sarà la casa delle giovanili della BPM Sport Management

    La pallanuoto e Busto Arsizio: un legame che diventerà ancora più stretto nella stagione 2017/2018 grazie alla volontà di Sport Management di investire ulteriori risorse in una delle discipline più importanti per l’azienda e che ha nella Piscina Manara il fulcro della sua attività. La
  • Janus River: 
la tappa malnatese
 del giro del mondo ad 80 anni in bicicletta

    Passerà da Malnate Janus River, il ciclista ottentenne che dal 2000 si è proposto di fare il giro del mondo su due ruote, contando su un budget di 3 euro al giorno e la generosità di chi incontra. Classe 1936, la tempra che può avere solo chi nasce in Siberia, 17 anni fa ha iniziato il viaggio