Teoria dell’evoluzione, al via i seminari in Università

Il corso di laurea in Scienze Biologiche dell’Università dell’Insubria propone quattro seminari

30 Gennaio 2019
Guarda anche: Cultura Musica SpettacoloEventi

Una formazione di eccellenza per gli studenti più meritevoli. A partire da questo anno accademico, il corso di laurea in Scienze Biologiche dell’Università dell’Insubria propone quattro seminari di altissimo livello agli allievi del secondo anno che presentano il miglior rendimento. Il tema scelto per questa prima volta è l’evoluzione, che è il nucleo attorno al quale ruota tutta la biologia moderna. Gli incontri sono aperti al pubblico. Considerata l’attualità e la portata del tema, la partecipazione è indicata agli interessati, che abbiano una formazione scientifica di base, in particolare agli insegnanti.

Il percorso, organizzato dai docenti Alberto Vianelli, Roberto Taramelli e Giorgio Binelli, è dedicato a Luigi Luca Cavalli Sforza, uno dei massimi genetisti italiani e pioniere della Genetica di Popolazioni, scomparso nell’agosto 2018. E si inserisce tra   i tanti omaggi a Charles Darwin in vista del Darwin Day nazionale del 12 febbraio, giorno in cui ricorrono i 210 anni dalla nascita del grande naturalista, biologo e geologo britannico autore de «L’origine delle specie», la cui prima pubblicazione risale a 160 anni fa. 

Il primo seminario delle «Cavalli-Sforza Lectures» si è svolto con successo il 18 gennaio: Telmo Pievani, ordinario di Filosofia delle Scienze Biologiche all’Università di Padova, ha fatto il punto sulle conoscenze attuali circa l’origine delle popolazioni umane moderne, prendendo spunto dalle ricerche di Cavalli Sforza.

Venerdì 1° febbraio in cattedra è attesa Francesca Merlin dell’Istituto di Storia e Filosofia della scienza dell’Università Sorbona di Parigi, che tratta una tematica molto attuale: «Epigenetica, trasmissione non genetica e teoria dell’evoluzione: è necessario ripensare il concetto di eredità?», una riflessione che si propone di andare oltre la biologia «presentando una nuova visione della trasmissione come insieme di processi fisiologici, frutto dell’evoluzione e in continua evoluzione, che non si limitano ai meccanismi di trasmissione biologica stricto sensu».

Venerdì 8 febbraio Marco Ferraguti del Sibe, Società Italiana di Biologia Evoluzionistica, spiega «La speciazione da Darwin a Mayr e ritorno», arrivando ad affermare che «mentre la selezione naturale per Mayr perfeziona il processo di speciazione iniziato dall’isolamento geografico, per Darwin l’adattamento, e dunque la selezione naturale anche in aree contigue è il punto di partenza della speciazione».

Giovedì 14 febbraio ultimo seminario con Manuela Monti e Carlo Alberto Redi dell’Università di Pavia, Irccs Policlinico San Matteo, dal titolo «Genomica sociale: quando il sociale si fa biologico (trasmissione intergenerazionale delle diseguaglianze)»: i due relatori spiegano che «Il contesto sociale nel quale si sviluppa la storia del ciclo vitale degli individui è capace di influenzare molti processi biologici e così il sociale si incarna nel biologico e si trasmette da una generazione all’altra».

Informazioni pratiche:

«Cavalli-Sforza Lectures» – Varese, Università dell’Insubria, Aula Magna Granero-Porati, via Dunant 3, ore 14, ingresso libero per il pubblico; relatori: il 1° febbraio Francesca Merlin (Ihpst – Institut d’Histoire et de Philosophie des Sciences et des Techniques, Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne & Cnrs); l’8 febbraio Marco Ferraguti (Sibe, Società Italiana di Biologia Evoluzionistica);  il 14 febbraio Carlo Alberto Redi (Accademia dei Lincei, Università degli Studi di Pavia) e Manuela Monti (Lab Biotecnologie, Centro medicina rigenerativa, Fondazione Irccs Policlinico San Matteo di Pavia).

Tag:

Leggi anche:

  • AlpTransit, ferrovia e territorio: se ne parla in Camera di Commercio

    Il convegno è organizzato da ACG-Alta Capacità Gottardo in collaborazione con Provincia e Camera di Commercio di Varese. Sarà l’occasione di un’analisi sulle criticità, ma anche le soluzioni, le proposte e le aspettative del territorio in relazione agli interventi infrastrutturali in corso
  • Autostrada bloccata, uscita obbligatoria ad Azzate/Buguggiate

    Alle ore 9.30 di questa mattina sul raccordo autostradale SS707 tra Azzate/Buguggiate e Varese due autovetture si sono scontate. I vigili del fuoco intervenuti con un’autopompa hanno messo in sicurezza i veicoli e collaborato con il personale sanitario per soccorrere i feriti. Si segnalano
  • Recupero di campionato per il Banco BPM Sport Management

    Saranno in vasca domani sera alle ore 19.30 i Mastini del Banco BPM Sport Management, con la formazione guidata da Marco Baldineti che, per il recupero della ventitreesima giornata del campionato di serie A1 maschile di pallanuoto, farà visita al Bogliasco Bene. La gara, posticipata sabato scorso
  • Arcisate e Induno Olona, in arrivo 1 milione di euro

    La Regione Lombardia ha stanziato 1 milione di euro a favore dei Comuni di Arcisate e Induno Olona per la realizzazione di opere di compensazione ambientale relative ai lavori di completamento della linea ferroviaria Mendrisio-Varese. Lo stabilisce una delibera approvata dalla Giunta regionale