Tangenziale di Varese, Brianza (Lega Nord): “Deve rimanere gratuita”

Approvata dal consiglio regionale una mozione, presentata dalla consigliera regionale leghista, che chiede alla giunta di evitare che venga inserito il pedaggio sulla tratta della Pedemontana di Varese e Como

09 Set 2014
Guarda anche: PoliticaVarese Città
Brianzafoto

 

Approvata a maggioranza, nel corso dell’odierna seduta di Consiglio regionale, una mozione leghista presentata dalla consigliera varesina Francesca Brianza (Lega Nord) che chiede alla Giunta di adoperarsi presso il Governo al fine di non applicare tariffazione sulla Tangenziale di Varese per il tratto da Gazzada Schianno e lo svincolo di Vedano Olona, nonché di reperire finanziamenti statali per il completamento di un’opera strategica in vista di Expo 2015.

Astenuto Pd e contrario Movimento 5 Stelle. 

“Da tempo si ventila il rischio di tariffazione per il primo lotto della tangenziale di Varese, per il tratto da Gazzada Schianno e lo svincolo di Vedano Olona – commenta la consigliera leghista Francesca Brianza, prima firmataria della mozione – anche durante i sopralluoghi avvenuti nel luglio 2014, l’amministratore delegato di Autostrada Pedemontana Lombarda ha confermato che il tratto autostradale sar‡ a pagamento, per finanziare l’avanzamento dei lavori sugli altri percorsi.”

Il pericolo di una possibile tariffazione era gi‡ stato dibattuto e Regione Lombardia aveva ottenuto nella delibera di approvazione da parte del CIPE che le risorse derivanti dalla defiscalizzazione avrebbero dovuto essere destinate all’azzeramento dei pedaggi sul primo lotto della tangenziale, la parte varesina appunto.

“Si tratta di un rischio da evitare, perché così facendo i cittadini di Varese, a parte quelli di Milano, sarebbero gli unici a dover pagare il transito sulla propria tangenziale, a differenza di quanto avviene negli altri capoluoghi lombardi – prosegue Francesca Brianza -, senza considerare che il pedaggio rappresenterebbe un forte disincentivo all’utilizzo dell’infrastruttura”.

“Per tutti questi motivi – conclude la consigliera – la mozione votata oggi chiede al Governatore Maroni e alla Giunta di attivarsi presso il Governo affinché si scongiuri la tariffazione del primo lotto della Tangenziale di Varese, reperendo finanziamenti statali per un opera cosÏ importante per la nostra Regione, anche in vista di Expo 2015; abbiamo altresì chiesto la sospensione del pedaggio per l’attraversamento del primo lotto, fino al completamento dell’intera Tangenziale“.

La mozione chiede anche di garantire medesime condizioni anche agli utenti del 1° lotto della Tangenziale di Como.

Infine, da considerare che dallo scorso 2 Settembre Regione Lombardia è subentrata alla Provincia di Milano nella partecipazione di Asam, la Holding delle partecipazioni societarie operanti nel settore delle infrastrutture destinate alla mobilità integrata ed alla tutela dell’ambiente.

“La Regione è così protagonista del processo di riorganizzazione del sistema infrastrutturale in attuazione della legge Delrio”.

 

 

 

Tag:

Leggi anche: