Stelle cadenti: è la notte di San Lorenzo

Occhi puntanti al cielo, cadono le stelle cadenti. Anche se il picco sarà tra il 12 ed il 13 agosto

10 agosto 2017
Guarda anche: AttualitàItalia

Ecco arrivare la notte di San Lorenzo, dove è più probabile ammirare le stelle cadenti.
Si tratta del passaggio dello sciame meteorico delle Perseidi, quando la Terra, durante il suo tragitto di rivoluzione, attraversa nuvole di detriti e polveri lasciati dalla cometa Swift-Tuttle.
Il nome, ovvero Perseidi, deriva proprio dalla costellazione di Perseo, poichè pare che lo sciame derivi da lì.
La tradizione vuole che esse rappresentino le lacrime di San Lorenzo, martirizzato sui carboni ardenti il 10 Agosto del 258, a 33 anni. Insieme a lui e ad altri quattro diaconi venne martirizzato anche papa Sisto II colpevole, secondo l’imperatore Valeriano, di aver celebrato l’eucaristia nelle catacombe di Prestestato.
Quest’anno però ci sarà un problema “lunare”: la luna infatti sarà luminosa per circa il 70%, un po’ troppo per poter godere di quel cielo buio che offra lo spettacolo più luminoso. Il consiglio è comunque quello di recarsi in luoghi privi di luce, magari in spiaggia o sui monti. Alcune zone d’Italia potrebbero poi essere “contagiate” dal brutto tempo e quindi dalle nuvole.
Come accade però da un po’ di anni, il picco sarà tra il 12 ed il 13 agosto, serata in cui è previsto il maggior numero di passaggi.

 

 

Tag:

Leggi anche: