Sosta selvaggia, Cosentino: “Apriamo il parcheggio del Tribunale. E investiamo i soldi in sicurezza”

Il consigliere comunale di Forza Italia propone di utilizzare i posti auto interrati del Palazzo di Giustizia per contrastare il caos parcheggi. Utilizzando i proventi per iniziative per rendere più sicura la città

25 marzo 2015
Guarda anche: PoliticaVarese Città
Tribunale

Più posti auto per evitare la sosta selvaggia. Un modo, secondo il consigliere comunale di Forza Italia Giacomo Cosentino, c’è: aprire al pubblico, nelle serate di venerdì e sabato, il parcheggio del Tribunale di Varese. Cosentino ha depositato un’interrogazione per chiedere alla giunta di procedere nel creare le condizioni per far sì che il parcheggio sotterraneo, di proprietà del Comune ma ad oggi in uso esclusivo e gratuito per i dipendenti del Tribunale, venga aperto al pubblico nelle sere di venerdì e sabato. Così facendo, secondo Cosentino, “si potrebbe ridurre il problema sosta selvaggia e contemporaneamente destinare gli introiti alla polizia locale per aumentare la sicurezza in città, ad esempio, aumentando il pattugliamento nelle zone più calde o installando nuove telecamere”.

“Con l’arrivo di Expo – spiega Cosentino – aumenteranno le iniziative in centro città e il problema parcheggi nelle sere del week end sarà ancora più grave, perciò, mentre attendiamo  la costruzione del multipiano di Via Sempione – per il quale chiederò convenzioni coi locali – è necessario aprire al pubblico il parcheggio del Tribunale. Gli agenti di Polizia Locale sono obbligati ad elevare i verbali ma sicuramente questa non è la soluzione. Il problema della sosta selvaggia durante il fine settimana sta diventano rilevante sotto molteplici punti di vista: la viabilità in alcune vie è davvero difficile, coloro che vengono sanzionati vengono scoraggiati a raggiungere il centro ed il commercio ne risente, inoltre, organizziamo parecchi eventi ma poi ci troviamo col problema parcheggi”.

“I parcheggi già disponibili – continua – come piazzale Kennedy e “le Corti”, non sono utilizzati a causa dei problemi di sicurezza che caratterizzano le relative zone e, quindi, al momento non possono agevolare la risoluzione del problema della sosta selvaggia. Attendo fiducioso il verdetto in risposta alla mia interrogazione”.

Tag:

Leggi anche: