Sorte e Marsico in viaggio con i pendolari su un treno affollato

L’assessore ai Trasporti e il consigliere regionale hanno condiviso i disagi di chi usa quotidianamente il Malpensa

14 Aprile 2016
Guarda anche: Busto Arsizio
FB_IMG_1460628052394

“Oggi abbiamo fatto un altro viaggio in treno con l’assessore ai trasporti Alessandro Sorte e il consigliere regionale Luca Marsico. Questi viaggi servono a segnare il punto nave ma il viaggio non è finito. Ho usato la metafora della nave perché, a differenza del treno che viaggia sui binari fissi, la nave è spesso in balia di correnti o venti.
Il viaggio dei pendolari non è così scontato per il solo fatto che i binari sono fissi e gli orari di partenza e arrivo certi (dovrebbero per lo meno). Per questa ragione è determinante il ruolo delle persone che controllano le condizioni atmosferiche e le insidie che si incontrano”.

Questo il commento riportato sulla pagina Facebook del Comitato Pendolari Trenord Busto Arsizio sul viaggio, effettuato questa mattina, insieme all’assessore regionale ai Trasporti Alessandro Sorte e al consigliere regionale Luca Marsico, che hanni deciso di vivere in prima persona i disagi dei pendolari.

“Le persone possono correggere la rotta – continua la nota – questo è quello che facciamo noi e voi, segnaliamo ogni giorno le condizioni di viaggio e gli elementi che possono interferire, le segnaliamo ai timoniere e a chi controlla le vele e poi si decidono interventi correttivi.

Anche oggi, qualcuno seduto, qualcuno ancora in piedi, su un treno affollato e leggermente in ritardo, abbiamo fatto questo, abbiamo testimoniato che il Comitato è un attore del dialogo con le istituzioni e le istituzioni ascoltano.
Abbiamo sottolineato che la maggior offerta dei treni ha migliorato la qualità della vita di molti ma permangono alcune carenze e i due temi più importanti oggi si chiamano: #sovraffollamento e #sicurezza. Fatto il punto nave, tracciamo la nuova rotta. Restiamo vigili”. 

Tag:

Leggi anche:

  • Protesta davanti alle stazioni:”Trenord, servizio inaccettabile, responsabilità Leghista”

    I Giovani Democratici si sono trovati in mattinata davanti alle stazioni Nord di Varese per volantinare e manifestare contro l’inefficienza della gestione di Trenord e i continui ritardi dei treni. Una decina di ragazzi hanno distribuito volantini di protesta ed esibito uno striscione:
  • Trenord, via all’orario invernale: 2.204 treni giornalieri sulle 40 direttrici lombarde

    Da domenica 9 dicembre, con l’introduzione dell’orario invernale, diventa operativo il nuovo programma di Trenord che prevede 2.204 corse ferroviarie quotidiane. Altre 139, attualmente svolte con treni, saranno effettuate da bus, favorendo, nelle ore a bassa frequentazione, minori
  • In arrivo due giorni di sciopero dei treni

    L’organizzazione sindacale CUB Trasporti ha proclamato uno sciopero di 23 oreinteressante il settore del Trasporto Ferroviario Regionale – dalle ore 03:00 di domenica 09 alle ore 02:00 di lunedì 10 dicembre 2018 -, che potrebbe coinvolgere il personale di Trenord. Durante
  • Un Piano per salvare Trenord, non i servizi ferroviari

    “Come noto, da lunedì 10 dicembre verranno soppresse e parzialmente sostituite con autobus circa 180 corse al giorno (oltre il 7% del totale) sulla rete di Trenord. Questo, in estrema sintesi, il cosiddetto “piano di emergenza” di Trenord, predisposto, secondo i vertici della