Solidarietà, Comunità Giovanile denuncia: “Anche a Busto Arsizio ci sono vere e proprie favelas”

L'associazione, insieme a Comunità Famigliare, dà il via a ''Calcutta Arsizio'', un progetto per porre un argine alle aree più disagiate della città

26 marzo 2015
Guarda anche: Busto Arsizio
Disagio

Aree di disagio e degrado, dove si rifugiano le persone che vivono di fatto ai margini della società. Vere e proprie “favelas”, che spesso vengono ignorate dalle istituzioni. Da qui il progetto di Comunità Giovanile e Comunità Famigliare per portare in evidenza i problemi delle nuove povertà. E cercare di porre un argine.

“Venerdì sera nella sede di Comunità Giovanile in vicolo Carpi 5 a Busto Arsizio, prenderà forma “Calcutta Arsizio“, o meglio si renderà visibile quella parte di città ai più disattenti sconosciuta: c’è una realtà di Busti Grandi che è definibile con il termine Favelas. In queste “case di sfortuna” si rifugiano i tanti senzatetto presenti sul nostro territorio – spiegano – alcuni di noi sono stati a far visita ai “residenti” di queste realtà e il pugno allo stomaco provato in quell’occasione ha in maniera naturale ispirato il nome che abbiamo dato a questa serata.
In questi 2-3 mesi grazie al Comune di Busto Arsizio con la collaborazione delle ferrovie e all’assessore Mario Cislaghi è finalmente partito il rifugio dei senza fissa dimora: una dozzina di posti letto per ovviare al problema del freddo e delle intemperie, oltre che per dare una minima sicurezza a quelle persone sfortunate che si ritrovavano a dormire per strada o in alcuni cunicoli cittadini. Questo servizio è proseguito parallelamente al lavoro dei volontari che offrivano ai senza tetto il pasto caldo, che proprio da gennaio è riuscito a garantire la continuità 7 giorni su 7″.

“Inevitabilmente questo progetto crea delle riflessioni nell’animo di chi opera, proprio per questo è stato pensato l’incontro di domani sera CALCUTTA ARSIZIO per parlare, confrontarsi, su ciò che spinge ogni volontario a donare il suo tempo e le sue prestazioni a questo progetto, per riscontrare eventuali problemi o suggerimenti per rendere più efficace l’azione, o semplicemente per coordinarsi sempre meglio”.

L’invito è rivolto a tutti i volontari, ma non solo anche ai curiosi o a chi apprezza o disprezza questa macchina che generosamente da anni prova a dare un conforto ai tanti Angelo, Alessandro, Mares, Chaoucri, Roberto, Rita, Ahmed, Nadia, Luca, …….

L’incontro, dicono gli organizzatore, sarà assolutamente informale, chiunque potrà dire la sua per far crescere e migliorare il risultato delle azioni.

Tag:

Leggi anche:

  • Ritorna la Thrash Metal Night

    I nostri amici INJURY sul palco e insieme a loro i TOTAL DEATH e RAZGATE per fare muovere le teste e regalarci tantissima musica! Sicuramente anche il loro, e nostro, amico e compagno di mille avventure Artio sarà con noi \m/ COME SEMPRE IN CG: INGRESSO GRATUITO CON TESSERA ACSI COSTO TESSERA 10
  • Giovedì 22 febbraio la seconda BCC Cup: sfida sotto canestro tra Varese e Legnano per solidarietà

    Balletti, sfida tra mascotte e asta con maglie personalizzate. Si preannuncia come una grande festa di sport e solidarietà la seconda edizione della BCC Cup in programma giovedì 22 febbraio al PalaBorsani di Castellanza (VA). L’iniziativa promossa da Bcc di Busto Garolfo e
  • Oggi l’avvio della fase diocesana della causa di beatificazione di Fratel Ettore

    “Il bene diffuso senza calcoli da parte di Fratel Ettore è visibile ancora oggi nelle opere che ha avviato e nelle tantissime persone che ha cambiato e aiutato. A lui guardiamo con gratitudine e perciò l’avvio della fase diocesana della causa di beatificazione è una bella notizia e insieme
  • Clothes for Love a Varese, la raccolta degli abiti usati diventa hi-tech

    La tecnologia al servizio della solidarietà. È sbarcato a Varese, presso il Centro Commerciale “Le Corti”, Clothes for Love, l’innovativo contenitore digitale per la raccolta di abiti usati, a cura dell’organizzazione umanitaria HUMANA People to People Italia, in collaborazione con il