Sfonda una vetrina e minaccia gli agenti con un coltello. Denunciato quarantaduenne di Gallarate

L'uomo, già noto alle Forze dell'Ordine, era anche in stato di ubriachezza

09 novembre 2015
Guarda anche: Gallarate
Polizia notte

All’1.30 circa di sabato 7 novembre gli agenti della Squadra Volante del Commissariato di P.S. di Gallarate, hanno denunciato in stato di libertà un quarantaduenne gallaratese, già noto alle forze dell’ordine.

Nei pressi della stazione ferroviaria, il quarantaduenne (complice anche il suo stato di ubriachezza) stava dando in escandescenze contro degli uomini di colore che accusava di avergli sottratto del denaro, spaventando non poco gli ultimi viaggiatori in transito.

All’arrivo degli agenti l’uomo ha iniziato ad insultarli pesantemente, rifiutandosi di lasciarsi generalizzare, e nonostante tentassero comunque di calmarlo bonariamente, in un impeto di rabbia, ha sfondato con un calcio una delle vetrate esterne dell’edificio della stazione.

Al fine di evitare peggiori conseguenze, gli agenti hanno tentato di bloccarlo, ma l’uomo ha ostentato un coltello a serramanico che aveva in tasca, accompagnando l’esibizione con minacce urlate ad alta voce.

Bloccato ed ammanettato è stato condotto in Commissariato dove, finalmente calmatosi, è stato fotosegnalato ed identificato, per essere poi denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per danneggiamento aggravato, resistenza, oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale.

Tag:

Leggi anche:

  • Italiani in manette tra Gallarate e Besano per spaccio di droga

    La zona interessata maggiormente era quella del comune di Besano dove c’era il loro deposito: la piccola band di spacciatori è stata sgominata questa mattina dai Carabinieri della sezione di Gallarate. Tre gli uomini coinvolti, due italiani e un albanese, di età comprese tra i 36 e i 38 anni.
  • Malpensa, donna francese arrestata per traffico di minori

    E’ finita subito dietro alle sbarre la donna di origini francesi che è stata fermata sabato 12 maggio all’aeroporto di Malpensa, mentre cercava di far entrare in Italia du minori filippini, i cui documenti di identità erano stati alterati. La donna è stata arrestata per favoreggiamento
  • La trappola sessuale è finita: in manette tre nordafricani

    Una ragazza di 17 anni, italiana, veniva usata come esca: il suo compito era quello di sedurre uomini soli nei locali e cercare di convincerli ad appartarsi con lei. Una volta portata la vittima in un luogo isolato e lontano dagli occhi della gente, ecco che entravano in gioco i tre nordafricani:
  • Castellanza: “ora e sempre resistenza…etnica!”

    Mentre in tutta Italia si festeggia il 25 aprile, la cosiddetta “Festa della Liberazione” che è stata teatro di vari episodi vili e infami, noi, i ragazzi di Lotta Studentesca, siamo scesi nelle strade e nelle piazze di tutta la Nazione (a Castellanza nei pressi dell’I.S.I.S