Servono 15.000 Euro per salvare il Ferragosto lavenese

Il nuovo sindaco Ercole Ielmini, preso atta della difficile situazione di bilancio, ha sospeso la cerimonia

28 luglio 2015
Guarda anche: Culture e SpettacoloLaghi
Lavenomombello

Mancano poco più di quindici giorni, ormai, al Ferragosto lavenese, il tradizionale appuntamento caratterizzato dai fuochi d’artificio in uno dei borghi più belli sulla riva del Verbano: eppure, sembra proprio che quest’anno lo spettacolo pirotecnico non si farà. 

Il nuovo sindaco Ercole Ielmini, presentando il bilancio in una seduta pubblica, ha fatto capire che le casse del comune lavenese non sono benestanti, dunque i circa 15.000 Euro normalmente stanziati per questo evento non verranno rinnovati, fatto salvo l’intervento di “sponsor” privati o associazioni di categoria. In queste ore, non mancano i contatti serrati proprio tra questi soggetti e l’amministrazione comunale per salvare un evento-clou dell’estate del Varesotto: alla disponibilità economica, però, si sommano le difficoltà logistiche e organizzative dovute all’arco temporale sempre più ristretto che separa dal 15 agosto.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

      La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti