“Sempre in Movimento”: il Club Laguna Blu di Varese offre tante novità. FOTO

Il centro sportivo presenta la nuova area benessere completamente rinnovata, per essere sempre all'altezza del servizio offerto ai clienti

17 marzo 2015
Guarda anche: Salute e CucinaSportVarese Città
Lagunablu 1

“Sempre in Movimento”. Il motto del Club Laguna Blu, centro sportivo di Varese da anni punto di riferimento per tutti i varesini amanti dello sport e del benessere, ha rinnovato completamente l’area benessere, per offrire un servizio sempre all’altezza delle aspettative ed oltre.

Una storia ventennale, quella del centro sportivo, che offre palestra, fitness, piscina, tennis, spa, un centro estetico professionale con attrezzature all’avanguardia e un centro fisioterapico.

E, come dimostra il recente restyling dell’area benessere, è ancora in continua evoluzione.

Filosofia

“Il Club Laguna Blu da molti anni è il punto di ritrovo per gli amanti dello sport e del benessere, immerso in un meraviglioso contesto naturale a pochi passi dalle vie principali del centro di Varese – si legge nella presentazione – anno dopo anno, il Club Laguna Blu offre sempre qualcosa di nuovo. Il costante aggiornamento è infatti alla base della nostra filosofia.

Ci occupiamo del vostro benessere 12 mesi all’anno.
Nei mesi estivi gli ospiti del Club possono rilassarsi e coccolarsi al sole utilizzando l’ampia zona piscina,per gli amanti del tennis un meraviglioso campo a terra rossa è sempre disponibile all’interno del Club e per coloro che devono affrontare la prova costume troveranno un’ampia palestra con attrezzi e macchinari per la tonificazione”.

FOTO

Leggi anche:

  • Ierago con Orago, inaugurazione Palestra in acqua Cele Daccò

    Il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo interverrà domani, alle ore 10,30, alla cerimonia di inaugurazione dell’impianto sportivo acquatico “Palestra in acqua Cele Daccò” di Jerago con Orago (Varese) situato in via Onetto 4, vicino all’area Feste del Comune. La
  • Crisi Mascioni, la Regione studia un piano per salvare i 360 dipendenti

    Che consiste nel promuovere quanto prima un tavolo di con­certazione con la nuova proprietà e con ­gli enti locali per promuovere le azioni­ utili e necessarie al rilancio del sito­ produttivo della Mascioni Spa di Cuvio ­(VA), storica azienda tessile del Gruppo­ Zucchi. A chiederlo è stato