Sciopero generale, altra giornata nera

Dopo la giornata di ieri, continua lo sciopero generale che sta coinvolgendo il trasporto pubblico

16 giugno 2017
Guarda anche: AttualitàLombardia

Musi lunghi per i pendolari lombardi, coinvolti da ieri in uno sciopero generale del trasporto pubblico contro le privatizzazioni in corso nel settore dei trasporti. Anche in questo venerdì 16 giugno sono coinvolti treni, aerei, trasporto locale e marittimo. L’agitazione riguarda soprattutto i treni e i mezzi Atm. Garantite alcune fasce protette: per i treni si viaggia regolarmente dalle 6 alle 9 e dopo le 18, per i mezzi atm disagi dalle 8.45 alle 15 e dopo le 18. Occhio anche a chi deve viaggiare in aereo, potrebbe subire ritardi o cancellazioni dei voli.

Tag:

Leggi anche:

  • Violi (M5S) “Maroni. Reato grave, danno ai lombardi”

    “È assurdo che Maroni si dica deluso dopo la condanna in primo grado a un anno per aver fatto ottenere un contratto a una sua collaboratrice in una società controllata dalla Regione Lombardia. A essere delusi e danneggiati sono i lombardi. Le pressioni per le assunzioni nelle società
  • Varese, 500mila euro per la sicurezza del territorio

    “Un contributo importante per mettere in sicurezza il nostro territorio. Da Regione Lombardia 500 mila euro per interventi di manutenzione straordinaria per i nostri fiumi e torrenti della Provincia di Varese”. Lo ha dichiarato il Vicepresidente del Consiglio Regionale della Lombardia Francesca
  • Processo Maroni, condannato ad un anno di carcere

     L’esponente leghista, già segretario federale, è stato condannato a un anno e a 450 euro di multa. L’ex ministro è stato condannato per un solo capo di imputazione con pena sospesa e all’interdizione dai pubblici uffici. Maroni è risultato colpevole del reato di turbata libertà del
  • M5S Lombardia: no al business sul mercato del lavoro

    “E’ un progetto di legge affrettato che darà risultati molto approssimativi. Poteva essere l’occasione per rilanciare seriamente i centri per l’impiego, l’offerta di servizi ai disoccupati e limitare il business dei privati nel mercato del lavoro. La DID e il patto di