Saronno: inaugurata la Neurologia all’ospedale

Anche il presidente del Consiglio Regionale Cattaneo al taglio del nastro

07 luglio 2016
Guarda anche: SaluteSaronno
inaug

inaug

“Si completa oggi un investimento importante che la Regione ha destinato all’Ospedale di Saronno: un potenziamento voluto e realizzato e che oggi arriva a compimento”. Lo ha detto il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo, partecipando all’inaugurazione del reparto di neurologia dell’ospedale di Saronno.

“Investire in un ospedale significa farlo crescere – ha proseguito -. L’ospedale di Saronno è un caposaldo su cui continueremo a investire: è collocato nel cuore di un territorio popoloso che deve riuscire a mettere insieme le eccellenze che ha con i servizi offerti. La qualità di questo ospedale la fanno la competenza, la passione e l’umanità dei medici, senza il lavoro del personale che lavora all’interno della struttura non può esserci un impegno che sia all’altezza delle aspettative del malato. La Regione vuole aiutare le persone a dare il meglio di sé perché per la persona del malato trovarsi bene in un momento di difficoltà negli spazi che lo accolgono è importante quanto avere le cure migliori”.

All’inaugurazione hanno partecipato tra gli altri il Direttore Giuseppe Brazzoli, il direttore amministrativo Marco Passaretta, il Direttore Medico del Presidio di Saronno Paolo Valentini, il Direttore di Neurologia, Giampiero Grampa, il Sindaco di Saronno, Alessandro Fagioli, e Laura Cavalotti Sindaco di Tradate in rappresentanza della Provincia di Varese. Presente anche il consigliere regionale Emanuele Monti.

“La riforma non deve servire solo a cambiare nominalisticamente la sanità, ma deve consentire agli ospedali di crescere per fornire una rete di servizi sul territorio nell’ottica di un miglioramento e di un’integrazione dei servizi tra ospedali e territorio. Saronno può diventare il luogo per sperimentare i punti di forza della riforma”, ha concluso Cattaneo.
L’importo complessivo dei lavori di ristrutturazione è di 5 milioni e 700 mila euro e la quota relativa al 2° piano neurologia è di 1 milione e 280 mila euro. 251 mila euro è la quota relativa agli acquisti per gli arredamenti e le strutture di reparto.

La neurologia di Saronno ha 23 posti letto, comprende 6 posti letto di Stroke Unit (struttura dedicata alla gestione dell’ictus cerebrale con letti monitorati con personale formato per questo tipo di patologia). Questo si inserisce in un programma di gestione dell’ictus cerebrale che negli ultimi anni sta continuamente evolvendo e si modifica mese per mese anche nelle procedure. La neurologia di Saronno gestisce mediamente 250 ictus cerebrali all’anno (su circa 750 ricoveri annui), ha un percorso in via di certificazione per la patologia cerebrovascolare, è in rete con la neurochirurgia dell’ospedale di Legnano e con la neuroradiologia interventistica di Niguarda per i livelli superiori di intervento. L’altra Stroke Unit aziendale è collocata presso il Presidio di Gallarate. L’organico è costituito da 8 medici (compreso il direttore di struttura complessa ed il responsabile di struttura semplice Stroke Unit), 15 infermieri e 5 operatori socio sanitari.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti