Saronno: imbrattata la sede di Fratelli d’Italia

Scritte ingiuriose sulla struttura di via Caronni

06 novembre 2015
Guarda anche: PoliticaSaronno
fdi

La sede di FdI-AN di Saronno, in Via Caronni, è apparsa oggi lordata di scritte, il cui contenuto sembra essere in relazione con il convegno previsto per questa sera sulla tematica del GENDER. FdI-AN osserva che da qualche tempo si percepisce in Città una tensione prima sconosciuta e si augura che essa non debba degenerare ulteriormente. Questa tensione ha peraltro origini ben chiare in ambienti facinorosi ma anche, talora, nelle espressioni sopra le righe di chi pure si professa moderato e dialogante.
Il portavoce cittadino.
Avv. Ernesto Credendino

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare