Saldi estivi 2018 pronti al via

Ribassi consistenti dal 7 luglio, secondo il Codacons. Inizia la caccia all’affare per portare a casa i pezzi più convenienti. Solo il 5% dei consumatori sceglierà capi firmati

06 luglio 2018
Guarda anche: AttualitàItalia

I saldi estivi 2018 iniziano il 7 luglio, eccetto per le stagioni di Sicilia e Trentino dove gli sconti sono già iniziati. In molte Regioni ai negozianti è stato vietato di abbassare i prezzi di cartellino nei 30 giorni precedenti l’avvio ufficiale dei saldi. Chi trasgredisce rischia multe salate.

L’inizio è uguale per tutti, ma da quest’anno cambierà invece da regione a regione la loro durata: nella maggior parte dei casi i saldi termineranno a fine agosto, in Liguria dureranno solo un mese e mezzo e in Friuli Venezia Giulia continueranno fino al 30 settembre.

Le date dei saldi, regione per regione:

Abruzzo: 7 luglio – 29 agosto
Basilicata: 7 luglio – 2 settembre
Calabria: 7 luglio – 1 settembre
Campania: 7 luglio – 30 agosto
EmiliaRomagna: 7 luglio – 30 agosto
Friuli Venezia Giulia: 7 luglio – 30 settembre
Lazio: dal 7 luglio per sei settimane (quindi fino al 18 agosto)
Liguria: 7 luglio – 14 agosto
Lombardia: 7 luglio – 30 agosto
Marche: 1 luglio – 1 settembre
Molise: 7 luglio – 30 agosto
Piemonte: dal 7 luglio per otto settimane (quindi fino all’1 settembre)
Puglia: 7 luglio – 15 settembre
Sardegna: 7 luglio – 30 agosto
Sicilia: 1 luglio – 15 settembre
TrentinoAlto Adige: dal 1 luglio al 12 agosto in provincia di Trento; in provincia di Bolzano decidono i singoli negozianti
Toscana: 7 luglio – 1 settembre
Umbria: 7 luglio – 30 agosto
Valle d’Aosta: 7 luglio – 1 settembre
Veneto: 7 luglio – 31 agosto

Codacons come ogni anno sta dalla parte dei consumatori: per questo ha diffuso una breve guida per evitare ogni tipo di raggiro, cosa che capita sempre più spesso in questo periodo.

  • Conservare sempre lo scontrino. Il negoziante è obbligato a sostituire l’articolo difettoso, anche se nega di poterlo fare. Il cliente deve denunciare il difetto entro due mesi dalla scoperta, chiedendone la sostituzione o il rimborso del prezzo, scontrino alla mano. Le ricevute di carta chimica, che sbiadiscono dopo qualche mese, vanno fotocopiate per poterli esibire al momento opportuno;
  • Controllare che i capi siano di fine stagione. La merce in vendita a saldo deve essere l’avanzo di quella della stagione che si conclude e non solo rimanenze di magazzino;
  • Confrontare i prezzi. Non fermarsi mai al primo negozio che propone sconti ma confrontare i prezzi con quelli esposti in altri esercizi. A volte un giro in più aiuta a risparmiare parecchio. Diffidate dei marchi molto simili a quelli noti;
  • Occhio agli sconti superiori al 50%. Spesso nascondono merce non nuova, o il prezzo originario è stato maggiorato. Attenzione alle vetrine coperte da manifesti che non consentono di vedere la merce. Nei giorni prima della partenza dei saldi è bene controllare il prezzo pieno del prodotto che si intende comprare, e se possibile fotografarlo;
  • Preferire i negozi di fiducia.  Entrare nel negozio con le idee chiare su ciò che si vuole acquistare. Sulla merce è obbligatorio il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo esposto “in modo chiaro e ben leggibile” e il valore percentuale dello sconto applicato. Controllare che fra la merce in saldo non ce ne sia di nuova a prezzo pieno;
  • Provare i capi. E’ sempre meglio provarli, ma non è obbligatorio per il negoziante. Occhio agli abiti che possono essere solo guardati;
  • Pagamenti elettronici. Nei negozi che espongono in vetrina l’adesivo della carta di credito (o bancomat), il commerciante è obbligato ad accettare queste forme di pagamento anche per i saldi, senza oneri aggiuntivi. Problemi o truffe devono essere subito denunciate ai vigili urbani, all’ufficio comunale per il commercio o a un’associazione dei consumatori.
Tag:

Leggi anche:

  • Presidente Alessandro Fermi domani al convegno “A un’Italia forte serve un Presidente forte”

    Il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi interverrà domani giovedì 19 luglio aPalazzo Pirelli al convegno “A un’Italia forte serve un Presidente forte“, promosso dall’Associazione “Nuova Repubblica – Eleggiamo il Presidente”
  • Il Frecciarossa si prepara per i viaggi Italia – Francia

    Il Frecciarossa 1000 si prepara per i futuri servizi alta velocità Italia – Francia di Trenitalia. Protagonista l’ETR.1000 n.25, da alcuni giorni impegnato con prove di frenatura mirate a testare l’efficacia del sistema frenante per arrestare il convoglio in spazi minori, come
  • Amazon, 1700 nuove assunzioni entro il 2019

    Amazon creerà 1.700 posti di lavoro a tempo indeterminato in Italia entro la fine dell’anno. E’ quanto annuncia la società in una nota, sottolineando che “le nuove opportunità di lavoro sono destinate a persone con ogni tipo di esperienza, istruzione e livelli di competenza,
  • Saronno, Indelicato “Se le cose di sinistra le fa la destra”

      C’è qualcosa di peggio, per la Sinistra italiana, che perdere le elezioni politiche, perdere le comunali, essere sconfitta nelle sue roccaforti, frantumarsi al suo interno, non sapere che strada prendere. Questo qualcosa  che si è abbattuto sulle disperse truppe e gli smarriti capitani