Regione Lombardia: approvata la risoluzione per la gestione dei materiali inerti

Piena soddisfazione di Luca Marsico per il coordinamento tra Lombardia e Canton Ticino

10 settembre 2015
Guarda anche: Politica
Marsico

Approvata, nel corso della seduta congiunta di Commissione Ambiente e Protezione Civile e Commissione Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome, una risoluzione in merito all’intesa di coordinamento transfrontaliero per la gestione di materiali inerti fra la Regione Lombardia e il Canton Ticino.
«La Commissione Ambiente e Protezione civile che presiedo e la Commissione Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome hanno dedicato ampia attenzione attraverso audizioni di Commissione congiunte ascoltando enti e associazioni per esaminare le criticità ambientali connesse all’accordo – sottolinea Luca Marsico – che diventerà un’intesa più efficace anche grazie all’approvazione di questa risoluzione.
E’ infatti essenziale per garantire sia la salvaguardia territoriale che ambientale garantire un percorso di controlli codificato dei materiali inerti che giungeranno in Regione Lombardia e in provincia di Varese che non può diventare deposito indiscriminato ed incontrollato di materiali provenienti dal Ticino: un’accurata tracciatura della provenienza dei rifiuti inerti è indispensabile per poter svolgere qualsiasi tipo di attività.
Auspico che il prossimo 22 settembre il Consiglio regionale potrà approvare tale atto all’unanimità in quanto la salute dei cittadini deve essere la prima preoccupazione che deve guidare il legislatore su una tematica sensibile come quella in oggetto.»

Approvata, nel corso della seduta congiunta di Commissione Ambiente e Protezione Civile e Commissione Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome, una risoluzione in merito all’intesa di coordinamento transfrontaliero per la gestione di materiali inerti fra la Regione Lombardia e il Canton Ticino.
«La Commissione Ambiente e Protezione civile che presiedo e la Commissione Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome hanno dedicato ampia attenzione attraverso audizioni di Commissione congiunte ascoltando enti e associazioni per esaminare le criticità ambientali connesse all’accordo – sottolinea Luca Marsico – che diventerà un’intesa più efficace anche grazie all’approvazione di questa risoluzione.
E’ infatti essenziale per garantire sia la salvaguardia territoriale che ambientale garantire un percorso di controlli codificato dei materiali inerti che giungeranno in Regione Lombardia e in provincia di Varese che non può diventare deposito indiscriminato ed incontrollato di materiali provenienti dal Ticino: un’accurata tracciatura della provenienza dei rifiuti inerti è indispensabile per poter svolgere qualsiasi tipo di attività.
Auspico che il prossimo 22 settembre il Consiglio regionale potrà approvare tale atto all’unanimità in quanto la salute dei cittadini deve essere la prima preoccupazione che deve guidare il legislatore su una tematica sensibile come quella in oggetto.»

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti