Regione Lombardia aderisce alla giornata della famiglia

L'assessore Silvia Piani "Vogliamo introdurre nuove misure per favorire la conciliazione vita-lavoro e per incentivare le iniziative di 'mutuo aiuto'"

15 maggio 2018
Guarda anche: Lombardia

“Regione Lombardia, anche quest’anno, aderisce e sostiene con forza la giornata internazionale della famiglia. La famiglia rappresenta, infatti, il nucleo naturale e più importante su cui si fonda la nostra società; tutti i suoi membri, dai bambini agli anziani, devono avere la possibilità e il diritto di essere tutelati”. Così l’assessore regionale alla Famiglia, Genitorialita’ e Pari opportunità commenta la XXIV Giornata Internazionale della Famiglia, che si svolgerà nella giornata di martedì 15 maggio. “Regione Lombardia – ha continuato l’assessore – pone un’attenzione particolare al ruolo della famiglia anche attraverso una serie di interventi finalizzati a garantirne il sostegno e la tutela, promuovendo ‘progetti di vita’, che possano assicurare alle famiglie lombarde, in particolare a quelle in condizioni di vulnerabilità, una vita dignitosa e autonoma”.

“Un obiettivo importante che ci proponiamo di attuare al più presto – ha rimarcato l’assessore – è quello di rivedere l’impianto normativo della L.R. n. 23/99, ‘Politiche Regionali per la Famiglia’, per renderlo più attuale e rispondente ai nuovi bisogni emergenti. A tal proposito abbiamo intenzione di introdurre nuove misure per favorire la conciliazione vita-lavoro e per incentivare le iniziative di ‘mutuo aiuto’ per l’espletamento delle attività di cura, sostegno e ricreazione degli anziani e dei minori; verrà inoltre posta l’attenzione sulla necessità di sostenere la diffusione di nuovi spazi di aggregazione e per la valorizzazione del ruolo attivo degli anziani“. “Vogliamo promuovere e realizzare queste azioni – ha detto ancora l’assessore regionale – anche attraverso il sostegno delle associazioni familiari, che verranno coinvolte stabilmente all’interno dei tavoli di programmazione. Nuovo impulso verrà dato all’ascolto e al dialogo attraverso la Consulta regionale delle associazioni familiari, quale organismo di raccordo tra società civile e Istituzioni”.

“La nostra volontà – ha proseguito l’assessore – è anche quella di ampliare progressivamente la platea dei destinatari della misura ‘Nidi Gratis’ e soprattutto di porre un’attenta riflessione sulla sicurezza delle strutture dedicate ai bambini”. “La cronaca ci ha purtroppo resi consapevoli del fatto che – ha chiosato l’assessore – gli asili nido possono diventare teatro di violenze ingiustificabili nei confronti di soggetti debolissimi e incapaci di denuncia. Per questo stiamo procedendo all’attivazione di un tavolo al fine di valutare le soluzioni più idonee a garantire la sicurezza dei bimbi, anche attraverso azioni di prevenzione, la formazione degli educatori e l’attivazione di sistemi di video sorveglianza”.

“Queste sono alcune delle iniziative che ci proponiamo di concretizzare al più presto – ha precisato l’assessore – fermo restando la continuità con quanto già avviato durante la legislatura precedente e che ha permesso di ottenere importanti risultati come il ‘Fattore Famiglia lombardo’ e le ‘Reti territoriali per la conciliazione vita-lavoro”.

“Per dare un messaggio visibile a questa giornata dedicata alla famiglia – ha concluso l’assessore regionale – abbiamo provveduto, di concerto con la Presidenza, ad avviare la richiesta per l’illuminazione di Palazzo Pirelli con la scritta “CON LA FAMIGLIA”.

Fonte: regione Lombardia

Tag:

Leggi anche: