Provincia di Varese all’opera per la messa in sicurezza dell’Olona

La nuova società Alfa ha già avviato interventi su depuratori e collettori

19 maggio 2016
Guarda anche: Varese
Fiumeolona

Questa mattina al sopralluogo sul fiume Olona insieme alla Commissione Ambiente e Protezione civile della Regione Lombardia ha partecipato anche il Consigliere provinciale all’Ambiente Valerio Mariani, il quale ha dichiarato:

«Il sopralluogo è stata l’occasione per fissare un obiettivo comune, ovvero intervenire, ognuno con le proprie competenze, al fine di mettere in campo le soluzioni necessarie a risolvere i problemi che ancora oggi affliggono questo importante corso d’acqua. In qualità di consigliere provinciale delegato all’Ambiente ho spiegato che Provincia di Varese, attraverso il gestore unico del servizio idrico integrato Alfa ha di fatto già avviato una serie di interventi sugli impianti di depurazione e sul alcune reti di collettamento.

Nei giorni scorsi poi il Presidente della Provincia Vincenzi ha chiesto in maniera ufficiale ai 19 comuni attraversati dal fiume la disponibilità a riattivare le “Sentinelle dell’Olona”, sistema che ha permesso di tenere sotto controllo il corso d’acqua così da individuare situazioni di scarichi anomali raggiungendo peraltro lo scopo di contenere il fenomeno delle schiume. A tal proposito è stato chiesto a ogni singolo Comune di individuare all’interno dei propri Uffici il personale che possa rendersi disponibile ad effettuare, in caso di segnalazione di fenomeni anomali sul corso d’acqua, sopralluoghi volti a monitorare l’evolversi dei fenomeni di inquinamento in questione.

Il Presidente ha poi chiesto di fornire all’Ente Provincia e ad Arpa un recapito in modo tale che si possa costituire una catena di allerta da attivare in caso di necessità, allo scopo di evitare che scarichi, che sfuggono al controllo degli Enti preposti, possano mettere in crisi il sistema idrico. E ha ricordato che il Servizio Risorse Idriche del Macrosettore Ambiente rimane a disposizione per fornire, come già negli anni scorsi, la documentazione cartografica di base con la mappatura dei punti di scarico autorizzati in corso d’acqua».

Infine Mariani ha poi chiesto ai componenti della Commissione regionale che «dal momento che Provincia di Varese avrà la delega sulle questioni ambientali, Regione Lombardia prenda in considerazione la necessità di stanziare i fondi necessari per la soluzione di tutti quei problemi, in realtà conosciuti, ma che a oggi, non sono ancora previsti all’interno del Piano d’ambito».

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare