Primarie centrosinistra, Orlando incorona Marantelli: “Può battere la Lega”

Il ministro della Giustizia è intervenuto al De Filippi per sostenere apertamente il deputato del Pd

11 dicembre 2015
Guarda anche: PoliticaVarese
marantelliorlando

In vista delle primarie del centrosinistra di domenica 13 dicembre, nella serata di giovedì il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha partecipato ad un evento all’istituto De Filippi insieme a Daniele Marantelli, definendolo “il candidato che ha nettamente le maggiori possibilità di sconfiggere la Lega Nord, visto il suo fortissimo legame col territorio”.

Dopo un momento riservato ad una nutrita delegazione di avvocati del foro varesino sulle tematiche della macchina giudiziaria, organizzato dal consigliere comunale Andrea Civati, il Guardasigilli e il deputato hanno tenuto un incontro pubblico al quale hanno partecipato circa 120 persone, introdotto dal segretario dei Giovani Democratici di Varese città Giacomo Fisco e dal segretario regionale del Pd Alessandro Alfieri. Orlando ha rivendicato il lavoro svolto come ministro della Giustizia, sottolineando con particolare orgoglio “la totale digitalizzazione del processo civile, unico caso in Europa”, prima di fornire una serie di invitanti assist al compagno di partito: “La Lega soffre di una preoccupante lepenizzazione che le porterà via il consenso in particolare dei ceti produttivi. Marantelli è l’unico in grado di intercettarli: la sua visione politica è davvero notevole, non a caso è stato tra i primi a scorgere le reali potenzialità di Renzi anche quando il nostro gruppo non lo sosteneva. Daniele sa intercettare il cambiamento e sarà un ottimo sindaco, anche se al Pd mancherà parecchio un parlamentare di tale spessore e integrità”.
Dal canto suo, Marantelli ha ripercorso quella che il ministro ha definito la “gavetta politica” prima di annunciare la sua intenzione di costituire una “lista civica in grado di sfondare non nel centro, ma tra i varesini”: particolarmente sentito, durante l’incontro pubblico, il ricordo di Laura Prati, la sindaca di Cardano al Campo alla cui memoria verrà a breve conferita un’importante onorificenza. Oltre ai punti programmatici, il deputato di Calcinate degli Orrigoni ha insistito su un concetto: “Io non devo niente a nessuno, non ho favori da rendere, per questo sarò un sindaco in grado di decidere senza paura”.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti