Primarie centrosinistra, Bonafè: “Marantelli è l’uomo squadra in grado di cambiare Varese”

La parlamentare europea del Partito democratico interviene a Sant'Ambrogio in favore del deputato

12 dicembre 2015
Guarda anche: PoliticaVarese Città
marantellibonafè

Dopo quello del ministro della Giustizia Andrea Orlando, per Daniele Marantelli arriva in extremis un’altra dichiarazione di sostegno da un personaggio di spicco del Partito democratico: nella serata di venerdì, infatti, il candidato alle primarie del centrosinistra ha organizzato un evento insieme all’eurodeputata Simona Bonafè, peraltro la parlamentare europea col maggior numero di preferenze tra quelli eletti in Italia.

Azzatese di origine e toscana per attività politica, la 42enne ha affiancato Marantelli nella sala del circolo cooperativo di Sant’Ambrogio, parlando di una Varese “che continuo a sentire mia e per questo vorrei che avesse una guida più lungimirante, più capace di sfruttare le proprie eccellenze”. Secondo l’europarlamentare, infatti, “nel Varesotto abbiamo due università, una Scuola Europea, il Ccr di Ispra, l’aeroporto di Malpensa, ancora grandi aziende: eppure scontiamo il localismo della Lega, la cui testimonianza più concreta di 23 anni di malgoverno è data propria dalla continua chiusura in se stessi, senza alcun interesse verso una vocazione internazionale della città”. Simona Bonafè definisce Marantelli “un uomo serio e preparato in grado di garantire, insieme alla sua squadra e non come solista, quel cambio di passo necessario a non far più sentire Varese una periferia dell’Europa”.

Dal canto suo, il parlamentare masnaghese ha più volte rimarcato “l’importanza dei valori, dell’integrità e della moralità in modo particolare, che ho sempre dimostrato così come hanno fatto i miei più stretti collaboratori. Io non frequento salotti e non ho interessi da difendere: credo che politica significhi stare dalla parte dei più deboli e affermare quotidianamente il lavoro, l’onestà e la solidarietà”.

Tag:

Leggi anche: