Pinocchio l’avventura di diventare grandi

Uno spettacolo teatrale per aiutare i giovani nella scelta delle scuole superiori

22 novembre 2016
Guarda anche: Cultura Musica SpettacoloScuola e IstruzioneVarese Città
teatro agorà carnago

 E’ stato presentato questa mattina lo spettacolo teatrale “Pinocchio l’avventura di diventare grandi”, a cura di Teatro d’Acqua Dolce, che andrà in scena nella serata di martedì 29 novembre nell’aula magna della Scuola Pellico.
Gli Assessorati ai Servizi Educativi e alle Politiche Giovanili del Comune di Varese con l’Associazione MEET (metodologie ed esperienze per l’Evoluzione e la Transizione) che si occupa di orientamento scolastico, propongono questo spettacolo ai genitori dei ragazzi di terza media.
L’argomento trattato riguarda un momento delicato nella vita degli adolescenti e delle loro famiglie: la scelta degli studi superiori che è la loro prima vera scelta formativa. Il panorama delle possibilità è ormai molto ampio. L’offerta spazia dai licei agli istituti professionali, da quelli tecnici alla formazione professionale e tutti offrono una educazione ugualmente degna di considerazione. Nella scelta del percorso di studi, quindi, si dovrà tenere conto anche delle caratteristiche, degli interessi e della motivazione personale di ogni ragazzo.
Le famiglie sono chiamate a sostenere i propri figli nella scelta della scuola superiore e questo spettacolo, con il successivo dibattito, può essere un valido spunto di riflessione. Le avventure di Pinocchio sono una metafora di quanto i ragazzi e le famiglie si trovano ad affrontare in questo periodo di decisioni. La scelta della scuola superiore rappresenta un momento sempre molto importante nella vita dei ragazzi, che, spesso, a soli tredici anni, non sono in grado di predendere una decisione così rilevante, che in un certo senso, influirà sul loro futuro. Di grande importanza è sicuramente anche la presenza della famiglia che deve cercare di indirizzare il proprio figlio nella scelta che maggiormente rispecchi le sue passioni, inclinazioni e attitudini senza, però, influenzarlo troppo in base alle proprie preferenze e desideri personali. Altro importante punto di riferimento, spesso sottovaluto come sostengo alcuni docenti, è proprio la figura dell’insegnante di riferimento, che nel corso dei tre anni ha avuto modo di analizzare ed entrare in contatto con le attitudini scolastiche e caratteriali di ogni singolo studente.
Incontri di questo tipo sono, quindi, molto utili per far maggiore chiarezza su quale scuola superiore si voglia intraprendere e si consigliano a tutti i genitori e ragazzi che quest’anno saranno alle prese con questa importante decisione.
Il giovane protagonista dello spettacolo rappresenta il mondo dei giovani studenti che, “orientati e/o disorientati” possono vivere questo momento di scelta come positivo se famiglia e docenti mettono in discussione le loro stesse premesse e convinzioni. Al termine dello spettacolo, della durata di circa cinquantacinque minuti, si terrà un dibattito con Luca Monti e Silvia Bassanini sulla loro guida per i genitori: “La scelta della scuola superiore L’avventura di diventare grandi”. I due autori saranno poi a disposizione per le domande da parte degli uditori.

Tag:

Leggi anche:

  • Tra Sacro e Sacro Monte: giovedì 12 Proxima Res con Laura Marinoni

    Sulla Terrazza del Mosè, “Passio, Crocifissione”, una coproduzione Proxima Res e Tra Sacro e Sacro Monte, con gli artisti di Proxima Res, Caterina Carpio, Tindaro Granata, Mariangela Granelli e Francesca Porrini, insieme a Laura Marinoni, dicono Testori. Le musiche sono di Leo Ferrè e le luci
  • Bilancio finale dell’educazione stradale nelle scuole di Varese

    Undici plessi scolastici coinvolti che hanno visto la partecipazione di centocinquanta bambini della scuola dell’infanzia e circa quattrocentocinquanta studenti delle scuole primarie. Sono questi i risultati di partecipazione raggiunti dalle iniziative promosse dalla Polizia locale di Varese
  • Vaccini, per andare a scuola basterà l’autocertificazione

    “Garantiremo a tutti i bambini e i ragazzi di frequentare la scuola”, afferma il portavoce del ministro della Salute Giulia Grillo, che in questo modo, quindi, non conferma né smentisce la notizia. La circolare dovrebbe essere presentata domani ed è probabile che incontrerà
  • LIUC al secondo posto tra i piccoli atenei non statali secondo il CENSIS

      Conferme, tutte positive, e molti segnali di ulteriore crescita per la LIUC – Università Cattaneo all’interno delle classifiche degli atenei italiani diffuse oggi dal CENSIS. In linea con le precedenti edizioni, le classifiche sono suddivise tra università statali e non statali e tengono