Paolo Orrigoni: “Anche il Comune può far crescere il lavoro”

Sabato mattina il candidato sindaco sarà alla Rossi di Angera, al pomeriggio al gazebo di Forza Italia

01 aprile 2016
Guarda anche: PoliticaVarese
orrigoni

“Ogni mattina, da lunedì a sabato, la mia sveglia suona alle 6. Alle 7 sono al mio posto di lavoro, alle 7.30 siamo in piena operatività e la giornata scorre tra riunioni, incontri, sopralluoghi, decisioni e qualche breve pausa caffè, fino al rientro a casa. Spesso i miei due figli mi chiedono il perché di un impegno tanto duro che mi tiene spesso lontano da loro. E spesso me lo chiedo anch’io. Ma la risposta è insita nel nostro essere uomini e donne, responsabili di fronte alla nostra famiglia, per garantire ai nostri figli e a tutta la comunità di vivere bene il presente e di crescere in futuro. Il lavoro, qualunque esso sia, è ciò rende concreto il senso della vita”

Così Paolo Orrigoni, candidato sindaco del centrodestra, presenta il tema Lavoro e imprese che sarà approfondito domani mattina con alcuni rappresentanti della Lista Paolo Orrigoni Sindaco (ore 10, Rossi Di Angera in viale Valganna)

“Sono cresciuto nella cultura varesina “del fare” – continua Paolo Orrigoni – e sono convinto che questa cultura faccia parte del DNA di Varese e dei suoi cittadini, come fa parte del mio. Molti credono, o forse vogliono credere, che l’amministrazione di una città non possa incidere sulla quantità e sulla qualità del lavoro. E’ falso. Ogni città può aiutare e sostenere lo sviluppo del proprio territorio. Solo una città che sia trasparente, celere nelle risposte, che sia al servizio delle persone, delle imprese e di tutte le organizzazioni, che sia digitalizzata e capace di dare risposte chiare e definitive, può essere davvero la città che agevola lo spirito d’impresa e che aiuti lo sviluppo dell’occupazione. Ogni cittadino deve avere l’opportunità di potere lavorare.’

Nel programma il lavoro sarà una priorità, con azioni chiare dai tempi ancora più definiti, “da realizzare – precisa Orrigoni – grazie ad una squadra composta dalle migliori competenze del territorio, abituate a realizzare grandi cose in poco tempo. Ci daremo un anno per realizzare i primi progetti, con un obiettivo più a lungo termine: rendere Varese città simbolo in termini di lavoro, sicurezza e qualità della vita per giovani, famiglie e anziani. La crescita della quantità e della qualità del lavoro è sicuramente la sfida più difficile, ma anche quella più importante, ed è quella che più mi ha spinto a mettermi a disposizione dei cittadini di Varese”.

Il candidato sindaco interverrà anche al gazebo di Forza Italia verso le ore 16: gli azzurri saranno in piazza Carducci dalle 10 alle 18.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto – La BPM Sport Management vola in Sicilia: ad attenderla c’è il Circolo Canottieri Ortigia

    Trasferta in Sicilia per la BPM Sport Management. Razzi&Co. partiranno oggi pomeriggio da Malpensa alla volta di Siracusa, dove domani sfideranno alle ore 15 il Circolo Canottieri Ortigia. La squadra di coach Leone viene dall’ottimo pareggio (8-8, ndr) ottenuto sabato alla Bianchi di Trieste
  • Domenica 26 marzo a Legnano si corre la Run for Parkinson

    Una corsa che non è solamente appuntamento sportivo, ma testimonianza. Si corre domenica 26 dicembre a Legnano la Run for Parkinson, manifestazione organizzata da AsPI (Associazione Parkinson Insubria) Legnano con il patrocinio del Comune e il sostegno, tra gli altri, della Bcc di Busto Garolfo e
  • Piscina comunale Fausto Fabiano, chiusura il 22 e 23 marzo

    Il Comune di Varese informa che la piscina comunale Fausto Fabiano di via Copelli sarà chiusa il 22 e il 23 marzo 2017 per lavori di ammodernamento degli impianti. In particolare la struttura verrà dotata di una nuova caldaia per la produzione dell’acqua calda, più efficiente e con una
  • Volley – UYBA ma che combini? Rimontata e sconfitta a Monza

    A due giornate dalla conclusione della regular season, la UYBA perde 3-2 (22-25, 16-25, 25-17, 25-21, 17-15) al PalaIper di Monza contro il Saugella Team Monza e porta a casa soltanto un punto, scivolando addirittura all’ottavo posto in classifica (30 punti) dietro anche a Bolzano (31), oggi