Online il bando per la realizzazione delle opere per la messa in sicurezza dei percorsi pedonali

Mobilità casa-scuola e casa-lavoro: nuovi progetti per la sicurezza

18 Ottobre 2019
Guarda anche: Comune di Varese

Mobilità sicura e sostenibile tra casa, scuola e lavoro: è online da oggi il bando per la ricerca del soggetto che realizzerà le opere per la messa in sicurezza dei percorsi pedonali. L’importo complessivo dell’appalto è di 551 mila euro e c’è tempo fino al 18 novembre per partecipare.

Sono 22 le scuole di Varese che saranno coinvolte nel progetto per la mobilità sicura e sostenibile grazie al finanziamento che il Comune si è aggiudicato attraverso un bando promosso Ministero dell’Ambiente. In particolare davanti alle scuole verranno realizzati percorsi protetti per una maggiore sicurezza di ragazzi, alunni e genitori. L’intervento però riguarderà anche i percorsi casa – lavoro con lavori specifici e mirati.

Le scuole comunali interessare da questi interventi saranno la primaria Settembrini, la Canetta, la Fermi, la scuola Galilei e la Vidoletti, la Bosco/Canziani, la Pellico, la Locatelli, la Pascoli, la scuola IV Novembre, la Don Rimoldi, la primaria Morandi e Cairoli, la Sacco, la Dante, la Carducci, la Parini, la scuola Foscolo, la Medea, la primaria Garibaldi e le scuole Baracca e Marconi.

Nelle prossime settimane verranno realizzati incontri specifici nelle diverse scuole per condividere i dettagli del progetto e verificare le esigenze di ciascun plesso.  “Nei prossimi mesi – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Civati – metteremo in campo una serie d’interventi che vanno dalla realizzazione di percorsi protetti per favorire gli spostamenti casa-scuola a piedi o in bicicletta, il potenziamento del pedibus, l’incremento di percorsi ciclopedonali e lo sviluppo del bikesharing. Tutto questo lo faremo avviando prima un percorso partecipato con le scuole e i genitori per arrivare a interventi condivisi e concreti che rendano i percorsi casa scuola davvero sicuri e sostenibili per i nostri ragazzi. Un grande progetto diffuso che si estenderà in tanti quartieri della città”.

In particolare, per quanto riguarda le scuole di Varese, i fondi verranno destinati per la sistemazione dei percorsi vicini agli edifici scolastici attraverso la realizzazione o l’adeguamento dei marciapiedi, il rifacimento degli impianti di illuminazione degli attraversamenti, l’installazione di dissuasori per aumentare la sicurezza dei percorsi e l’installazione di una nuova segnaletica orizzontale e verticale che indichi con più evidenza la presenza della scuola e degli alunni.

Un altro obiettivo inserito nel progetto che ha ottenuto il finanziamento è quello di implementare il servizio di bike sharing con dieci nuove velo stazioni attrezzate per le ricariche di biciclette a pedalata assistita, in particolare presso i principali poli scolastici e dei poli attrattori della città.

Tag:

Leggi anche:

  • Parchi e aree verdi, tutti gli interventi

    C’è Villa Toeplitz, con l’ultimazione degli interventi sui giochi d’acqua e sui vialetti e con la sistemazione dei prati; ci sono i Giardini Estensi con la roccaglia del laghetto dei cigni. E poi ancora le aree verdi di quartiere, una quarantina in tutto. Sono diverse le operazioni
  • Lega alle Bustecche. Baratti e Nicora: “Quartiere abbandonato dal Comune”

    “Un quartiere densamente popolato, che avrebbe bisogno di una particolare attenzione da parte del Comune, ma che tuttavia risulta di fatto abbandonato da anni. L’amministrazione comunale non provvede ormai neanche all’opera di derattizzazione, che viene fatta sempre a carico dei
  • #Restart: 250mila euro per la formazione continua nelle PMI

    «Per la ripartenza del nostro sistema economico, dobbiamo valorizzare competenze, merito, ricerca e concorrenza. Insomma, avere cura del capitale umano. Ecco perché diventa sempre più urgente per il mondo delle imprese varesine poter contare su risorse da destinare alla formazione
  • Anagrafe, i nuovi orari dal 18 maggio

    Riaprono, da lunedì 18 maggio, diversi uffici di Palazzo Estense. In queste settimane l’attività è stata garantita in smart working; ora il ritorno in sede, con tutti gli accorgimenti necessari per affrontare la “fase 2” nel contrasto alla pandemia da coronavirus. Uffici Anagrafe e