Oggi a L’Aquila inaugurazione del Palazzo dell’Emiciclo e confronto tra Regioni europee su clima e calamità naturali

Il Consiglio regionale della Lombardia è rappresentato da Giovanni Malanchini: “Sul fondamentale obiettivo del federalismo differenziato necessario massimo coordinamento tra istituzioni”

22 Giugno 2018
Guarda anche: Lombardia

Un’azione più incisiva per quanto riguarda la prevenzione delle calamità naturali, con un raccordo maggiore tra gli interventi ai vari livelli istituzionali e un utilizzo più marcato dei Fondi strutturali europei. Sono i temi al centro dell’Assemblea Plenaria della Conferenza dei Presidenti dei Consigli regionali in svolgimento oggi a L’Aquila, alla quale partecipa per il Consiglio regionale della Lombardia il consigliere Giovanni Malanchini.

“Nell’ambito del processo di attuazione dell’autonomia di alcune Regioni, tra le quali la Lombardia -ha detto Malanchini-  e della più ampia azione di realizzazione del federalismo differenziato, ho evidenziato la necessità di coordinamento tra la Conferenza dei Consigli regionali e il Ministero degli Affari Regionali e delle Autonomie. A tal fine è opportuno invitare alla prossima Conferenza il Ministro Erika Stefani”.

Nel corso della riunione odierna vengono approfondite le conclusioni del gruppo di lavoro su catastrofi naturali e cambiamenti climatici istituito più di un anno fa dalla Calre (l’Assemblea che riunisce 74 parlamenti regionali europei). Strategie e strumenti legislativi, l’analisi delle opportunità messe in campo a livello europeo, azioni sul clima e attività per promuovere la ricerca, un metodo univoco per l’analisi del rischio: su questi punti il confronto tra rappresentanti regionali europei e italiani, oltre che tra tecnici e universitari, sfocerà in ulteriori puntualizzazioni e documenti e sarà l’argomento di un convegno internazionale, che seguirà la riunione istituzionale,  e al quale parteciperanno tra gli altri il geologo Mario Tozzi, il capo della Protezione civile Angelo Borrelli, i docenti universitari Alessandra Faggian, Giovanni Pitari, Pietro Gargiulo, Marcello Buccolini, Gianluca Valensise dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Giorgio Perini (rappresentante permanente dell’Italia presso la UE). A Giuseppe Di Pangrazio, Presidente del Consiglio regionale dell’Abruzzo, il compito di illustrare le conclusioni  del gruppo di lavoro Calre “Calamità naturali” da lui coordinato.

Nel pomeriggio si svolgerà la cerimonia di inaugurazione con l’apertura ufficiale di Palazzo dell’Emiciclo che tornerà a disposizione dell’Assemblea legislativa dell’Abruzzo. Si tratta della prima riconsegna di un Palazzo monumentale con finalità di edificio pubblico dopo il sisma aquilano. I lavori si caratterizzano per l’imponente opera di restauro conservativo e per le innovative soluzioni antisismiche che rendono il Palazzo tra i primi in Italia ed Europa ad essere dotato di un moderno sistema di isolamento sismico alla sua base.

Tag:

Leggi anche:

  • “Piano Marshall” Lombardia: arrivati oltre 2.300 progetti da 1.150 Comuni

    Per la ripresa economica della Lombardia ed il rilancio del sistema produttivo, Regione Lombardia ha previsto interventi per supportare immediatamente il mondo dell’economia. Dopo un mese dall’avvio il “Piano Marshall” con il quale la Regione Lombardia prevede uno stanziamento
  • Fase3, Regione: 10 milioni a riconversione o ampliamento aziende di DPI

    Si chiama ‘Reattivi contro il Covid’ il bando pubblicato per la riconversione e l’ampliamento della produzione di Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) e di Dispositivi Medici (DM). Dieci milioni di euro la cifra che Regione Lombardia, attraverso l’assessorato allo Sviluppo
  • Mascherine, uso obbligatorio anche a Luglio

    Mascherine obbligatorie fino al 14 luglio in tutti i comuni del territorio lombardo. Arriva oggi l’ufficialità della notizia, già chiacchierata da diversi giorni: le mascherine rimangono obbligatorie anche all’aperto fino al 14 luglio. La nota diffusa dal presidente di Regione
  • Agricoltura, fondi a Comunità montane per misure forestali e ambientali

    Fondi straordinari per 4,7 milioni di euro alle comunità montane lombarde per le misure forestali e di valorizzazione dei presìdi ambientali che si aggiungono agli 1,5 milioni già stanziati a novembre. “Con queste risorse – spiega l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura,