Mobilità sostenibile, i contributi del Comune per le bici elettriche

30mila euro complessivi, fino a 300 euro a persona

20 Gennaio 2020
Guarda anche: AttualitàComune di Varese
Trentamila euro per sostenere i cittadini che acquisteranno una bicicletta a pedalata assistita. È stato pubblicato il bando del Comune di Varese sull’assegnazione di contributi economici per chi sceglie mezzi di mobilità alternativa sostenibile per uso urbano non sportivo. L’iniziativa permetterà a quanti risiedono e lavorano in città di beneficiare del rimborso del 50% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 300 euro a testa.
” Scegliamo questi importanti incentivi – sostiene l’assessore alla Mobilità Andrea Civati – per incoraggiare l’acquisto di mezzi nuovi a basse emissioni da utilizzare negli spostamenti casa-lavoro. L’obiettivo è promuovere una mobilità alternativa all’interno del territorio comunale, anche al di fuori degli spostamenti lavorativi, e creare una relazione positiva su questi temi con i cittadini. Vogliamo confermare l’attenzione alle politiche green più innovative, in linea con le esperienze europee che puntano a migliorare la mobilità delle città”.
Possono beneficiare dei contributi le persone fisiche di almeno 16 anni di età residenti nel comune di Varese e che siano titolari di un rapporto di occupazione a tempo indeterminato, o a tempo determinato di almeno un anno, con sede di lavoro nella stessa Città Giardino. Per i liberi professionisti titolari di partita IVA, invece, occorrerà presentare un’attestazione che certifichi come la sede operativa del proprio lavoro si trovi sul territorio comunale.
Per presentare la richiesta occorrerà inviare al Comune, dalle ore 8.00 di giovedì 16 gennaio alle ore 17.00 di lunedì 17 febbraio, il modulo allegato al bando. L’invio può essere effettuato all’indirizzo urbanistica@comune.varese.legalmail.it o con posta elettronica certificata o con posta elettronica semplice, specificando nell’oggetto “domanda contributo bando biciclette a pedalata assistita”. Le domande saranno prese in considerazione in ordine cronologico di arrivo, fino all’esaurimento delle risorse.
Quanti riceveranno la comunicazione di assegnazione del contributo potranno quindi, entro sei mesi, procedere all’acquisto del proprio mezzo. Per ottenere la liquidazione dell’incentivo sarà necessario conservare la documentazione tecnica relativa alla bicicletta acquistata e la relativa documentazione fiscale. Le modalità di rimborso sono specificate nel bando.
La richiesta può essere presentata solo da persone fisiche maggiorenni. A ogni richiedente potrà essere concesso un solo contributo di acquisto; unica eccezione nel caso in cui il richiedente presenti la domanda anche a nome e per conto di uno o più figli minorenni di età superiore a 16 anni. In tal caso potrà essere erogato il contributo per sé e per ciascuno dei figli minorenni.
Il testo del bando è consultabile in allegato o a questo link alternativo.
Tag:

Leggi anche:

  • Amianto zero nelle scuole della Lombardia

    “Attraverso questa misura – ha spiegato l’assessore Rizzoli – realizzeremo interventi puntuali che ci permetteranno anche di disporre di un dettagliato quadro regionale e di conoscere le criticità da affrontare con priorità assoluta. Il nostro obiettivo è eliminare l’amianto
  • Mobilità venditori ambulanti. Prorogata al 30 aprile la scadenza MoVe-In

    Mobilità, venditori ambulanti. La Giunta regionale della Lombardia, ha approvato, su proposta dell’assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo, la delibera che proroga al 30 aprile la scadenza della deroga specifica relativa ai veicoli degli operatori del commercio ambulante per le
  • Torna il “bando caldaie”: 117mila euro per il 2020

    Torna anche quest’anno il “bando caldaie”, sistema di contributi varato per la prima volta nel 2017 e che permette la sostituzione di generatori obsoleti con impianti moderni ed efficienti. Una prima bozza del testo, con i dettagli per la quarta edizione consecutiva degli incentivi, è
  • Le proposte del liceo Manzoni per una Varese sostenibile

    Una mail destinata al sindaco per far conoscere le loro proposte in materia di ambiente e sostenibilità. È lo strumento usato dagli alunni del Liceo Manzoni che nei giorni scorsi hanno deciso di scrivere a Palazzo Estense per presentare le loro idee direttamente al primo cittadino. La