Maxi ritardi per i treni diretti a Milano

Bilancio negativo per i trasporti nell’inizio settimana. Tutte le direttrici verso Milano hanno accumulato ritardi fino a 30 minuti

12 Marzo 2018
Guarda anche: Trasporti Strade Autostrade

L’azienda Trenord di scusa con i pendolari che questa mattina hanno dovuto registrare lunghissime attese e tanti ritardi sul posto di lavoro. Fino a 30 minuti il ritardo accumulato dai treni diretti verso il capoluogo lombardo: tanti i treni coinvolti a causa di un guasto ad un impatto e a un treno.

Le linee che maggiormente hanno risentito di questo disagio, fa sapere l’azienda, sono state la Varese-Milano-Treviglio, Novara-Pioltello Limito e Novara-Treviglio.

Tag:

Leggi anche:

  • Protesta davanti alle stazioni:”Trenord, servizio inaccettabile, responsabilità Leghista”

    I Giovani Democratici si sono trovati in mattinata davanti alle stazioni Nord di Varese per volantinare e manifestare contro l’inefficienza della gestione di Trenord e i continui ritardi dei treni. Una decina di ragazzi hanno distribuito volantini di protesta ed esibito uno striscione:
  • Trenord, via all’orario invernale: 2.204 treni giornalieri sulle 40 direttrici lombarde

    Da domenica 9 dicembre, con l’introduzione dell’orario invernale, diventa operativo il nuovo programma di Trenord che prevede 2.204 corse ferroviarie quotidiane. Altre 139, attualmente svolte con treni, saranno effettuate da bus, favorendo, nelle ore a bassa frequentazione, minori
  • In arrivo due giorni di sciopero dei treni

    L’organizzazione sindacale CUB Trasporti ha proclamato uno sciopero di 23 oreinteressante il settore del Trasporto Ferroviario Regionale – dalle ore 03:00 di domenica 09 alle ore 02:00 di lunedì 10 dicembre 2018 -, che potrebbe coinvolgere il personale di Trenord. Durante
  • Un Piano per salvare Trenord, non i servizi ferroviari

    “Come noto, da lunedì 10 dicembre verranno soppresse e parzialmente sostituite con autobus circa 180 corse al giorno (oltre il 7% del totale) sulla rete di Trenord. Questo, in estrema sintesi, il cosiddetto “piano di emergenza” di Trenord, predisposto, secondo i vertici della