Maroni “celebra” i trent’anni di Berlusconi al Milan

Il presidente regionale è intervenuto a La Politica nel Pallone

22 febbraio 2016
Guarda anche: LombardiaSport
Maroni

“30 anni di presidenza Berlusconi al Milan? Siamo esigenti perché Berlusconi ci ha abituato a vincere e stravincere e ci sentiamo un po’ orfani di queste vittorie. Sono quasi passati dieci anni dall’ultima, ma questi 30 anni sono stati straordinari”. Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia e grande tifoso rossonero, ringrazia il presidente Berlusconi per i 30 anni alla guida del Milan e gliene augura altri 30. “Se ho parlato con Berlusconi? Si e mi sento confortato dalle parole che mi ha detto. Io faccio il tifo per Sinisa, lo stimo molto e sono certo che rimarrà…opss…forse non dovevo dirlo….Ho dato un consiglio a Berlusconi: vuoi festeggiare i prossimi 30 anni?’, gli ho chiesto. ‘Assolutamente si’, mi ha risposto. “Allora devi raddoppiare anche le vittorie e quindi dedicati a tempo pieno al Milan e lascia perdere un po’ la politica: mi ha risposto ‘vedremo’. Non so se lo farà”, ha aggiunto Maroni a La Politica nel Pallone – su Gr Parlamento’. “Il Milan più forte di sempre? E’ stato quello di Sacchi, che poteva battere il Brasile 3-0 se ci avesse giocato, per nuovo modulo e la mentalità che Sacchi aveva introdotto, un ricordo che poi non si è più replicato in quel modo”. “Berlusconi ha detto che vede il Milan di nuovo in cima all’Europa nei prossimi 5 anni? Sono costretto a crederci ma con un pizzico di scetticismo. Ma se lo dice lui, io ci credo”

“30 anni di presidenza Berlusconi al Milan? Siamo esigenti perché Berlusconi ci ha abituato a vincere e stravincere e ci sentiamo un po’ orfani di queste vittorie. Sono quasi passati dieci anni dall’ultima, ma questi 30 anni sono stati straordinari”. Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia e grande tifoso rossonero, ringrazia il presidente Berlusconi per i 30 anni alla guida del Milan e gliene augura altri 30. “Se ho parlato con Berlusconi? Si e mi sento confortato dalle parole che mi ha detto. Io faccio il tifo per Sinisa, lo stimo molto e sono certo che rimarrà…opss…forse non dovevo dirlo….Ho dato un consiglio a Berlusconi: vuoi festeggiare i prossimi 30 anni?’, gli ho chiesto. ‘Assolutamente si’, mi ha risposto. “Allora devi raddoppiare anche le vittorie e quindi dedicati a tempo pieno al Milan e lascia perdere un po’ la politica: mi ha risposto ‘vedremo’. Non so se lo farà”, ha aggiunto Maroni a La Politica nel Pallone – su Gr Parlamento’. “Il Milan più forte di sempre? E’ stato quello di Sacchi, che poteva battere il Brasile 3-0 se ci avesse giocato, per nuovo modulo e la mentalità che Sacchi aveva introdotto, un ricordo che poi non si è più replicato in quel modo”. “Berlusconi ha detto che vede il Milan di nuovo in cima all’Europa nei prossimi 5 anni? Sono costretto a crederci ma con un pizzico di scetticismo. Ma se lo dice lui, io ci credo”

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti