Malnate: tariffe agevolate per lo smaltimento dell’amianto

Convenzione tra Comune ed Econord per i privati

16 marzo 2016
Guarda anche: Varese
eternit

A poco più di tre anni dall’introduzione del nuovo sistema di raccolta rifiuti, continua la serie positiva di risultati ottenuti sia in termini di risparmio che di servizi aggiuntivi a favore dei cittadini malnatesi.
Grazie a un accordo sottoscritto tra l’Assessorato all’Ambiente e la Società Econord, che gestisce il Servizio di Igiene Urbana, i cittadini malnatesi potranno usufruire, nel periodo compreso tra aprile e novembre 2016, di tariffe agevolate per la rimozione e lo smaltimento di manufatti contenenti amianto (eternit).
La proposta mira a intercettare, in prima battuta, le superfici fino a 100 mq e le tariffe saranno ridotte fino a un quarto rispetto a quelle di mercato; il servizio comprenderà tutte le fasi della lavorazione: la redazione del piano di lavoro, il trattamento fissativo,
lo smontaggio, il confezionamento dei colli e il successivo trasporto e smaltimento a discarica.
Cifre molto vantaggiose dunque per chi aderirà alla proposta presentando la domanda agli Uffici Comunali nei termini fissati dall’Amministrazione.
A titolo d’esempio: per interventi fino a 30 mq di superficie da rimuovere, la spesa da sostenere a carico del cittadino sarà di 350,00 euro + IVA, a fronte degli oltre 1.200,00 euro + IVA offerti mediamente dal mercato per interventi paritetici; tra 31 e 60 mq di superficie
la cifra passa a 450,00 euro + IVA e da 61 a 100 mq a 600,00 + IVA.
Ancora una volta una azione che ha una duplice valenza, spiega l’Assessore all’Ambiente Giuseppe Riggi: “Valenza economica, in quanto si va incontro all’esigenza di molti cittadini costretti a rinviare l’intervento di rimozione a causa dei costi elevati dello stesso,
e valenza ambientale, in quanto è palese l’effetto positivo a favore di tutti, indotto dall’eliminazione di potenziali fonti di inquinamento dal nostro territorio”.
Si partirà dalla banca dati a disposizione del Comune dando avviso a tutti i cittadini che, ottemperando al disposto di legge regionale, hanno denunciato la presenza nelle loro proprietà di materiali contenenti amianto. All’apertura dei termini per l’offerta, prevista per
l’inizio di aprile, si darà inoltre la massima diffusione all’iniziativa tramite i canali istituzionali e di informazione locale.
L’offerta, per ovvie ragioni logistiche e di costo, riguarderà le sole utenze domestiche.
Per le superfici eccedenti i 100 mq inoltre, sarà necessario un sopralluogo finalizzato a valutare le eventuali opere di allestimento cantiere ed i relativi costi.

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare