Malnate: tariffe agevolate per lo smaltimento dell’amianto

Convenzione tra Comune ed Econord per i privati

16 marzo 2016
Guarda anche: Varese
eternit

A poco più di tre anni dall’introduzione del nuovo sistema di raccolta rifiuti, continua la serie positiva di risultati ottenuti sia in termini di risparmio che di servizi aggiuntivi a favore dei cittadini malnatesi.
Grazie a un accordo sottoscritto tra l’Assessorato all’Ambiente e la Società Econord, che gestisce il Servizio di Igiene Urbana, i cittadini malnatesi potranno usufruire, nel periodo compreso tra aprile e novembre 2016, di tariffe agevolate per la rimozione e lo smaltimento di manufatti contenenti amianto (eternit).
La proposta mira a intercettare, in prima battuta, le superfici fino a 100 mq e le tariffe saranno ridotte fino a un quarto rispetto a quelle di mercato; il servizio comprenderà tutte le fasi della lavorazione: la redazione del piano di lavoro, il trattamento fissativo,
lo smontaggio, il confezionamento dei colli e il successivo trasporto e smaltimento a discarica.
Cifre molto vantaggiose dunque per chi aderirà alla proposta presentando la domanda agli Uffici Comunali nei termini fissati dall’Amministrazione.
A titolo d’esempio: per interventi fino a 30 mq di superficie da rimuovere, la spesa da sostenere a carico del cittadino sarà di 350,00 euro + IVA, a fronte degli oltre 1.200,00 euro + IVA offerti mediamente dal mercato per interventi paritetici; tra 31 e 60 mq di superficie
la cifra passa a 450,00 euro + IVA e da 61 a 100 mq a 600,00 + IVA.
Ancora una volta una azione che ha una duplice valenza, spiega l’Assessore all’Ambiente Giuseppe Riggi: “Valenza economica, in quanto si va incontro all’esigenza di molti cittadini costretti a rinviare l’intervento di rimozione a causa dei costi elevati dello stesso,
e valenza ambientale, in quanto è palese l’effetto positivo a favore di tutti, indotto dall’eliminazione di potenziali fonti di inquinamento dal nostro territorio”.
Si partirà dalla banca dati a disposizione del Comune dando avviso a tutti i cittadini che, ottemperando al disposto di legge regionale, hanno denunciato la presenza nelle loro proprietà di materiali contenenti amianto. All’apertura dei termini per l’offerta, prevista per
l’inizio di aprile, si darà inoltre la massima diffusione all’iniziativa tramite i canali istituzionali e di informazione locale.
L’offerta, per ovvie ragioni logistiche e di costo, riguarderà le sole utenze domestiche.
Per le superfici eccedenti i 100 mq inoltre, sarà necessario un sopralluogo finalizzato a valutare le eventuali opere di allestimento cantiere ed i relativi costi.

A poco più di tre anni dall’introduzione del nuovo sistema di raccolta rifiuti, continua la serie positiva di risultati ottenuti sia in termini di risparmio che di servizi aggiuntivi a favore dei cittadini malnatesi.
Grazie a un accordo sottoscritto tra l’Assessorato all’Ambiente e la Società Econord, che gestisce il Servizio di Igiene Urbana, i cittadini malnatesi potranno usufruire, nel periodo compreso tra aprile e novembre 2016, di tariffe agevolate per la rimozione e lo smaltimento di manufatti contenenti amianto (eternit).
La proposta mira a intercettare, in prima battuta, le superfici fino a 100 mq e le tariffe saranno ridotte fino a un quarto rispetto a quelle di mercato; il servizio comprenderà tutte le fasi della lavorazione: la redazione del piano di lavoro, il trattamento fissativo,
lo smontaggio, il confezionamento dei colli e il successivo trasporto e smaltimento a discarica.
Cifre molto vantaggiose dunque per chi aderirà alla proposta presentando la domanda agli Uffici Comunali nei termini fissati dall’Amministrazione.
A titolo d’esempio: per interventi fino a 30 mq di superficie da rimuovere, la spesa da sostenere a carico del cittadino sarà di 350,00 euro + IVA, a fronte degli oltre 1.200,00 euro + IVA offerti mediamente dal mercato per interventi paritetici; tra 31 e 60 mq di superficie
la cifra passa a 450,00 euro + IVA e da 61 a 100 mq a 600,00 + IVA.
Ancora una volta una azione che ha una duplice valenza, spiega l’Assessore all’Ambiente Giuseppe Riggi: “Valenza economica, in quanto si va incontro all’esigenza di molti cittadini costretti a rinviare l’intervento di rimozione a causa dei costi elevati dello stesso,
e valenza ambientale, in quanto è palese l’effetto positivo a favore di tutti, indotto dall’eliminazione di potenziali fonti di inquinamento dal nostro territorio”.
Si partirà dalla banca dati a disposizione del Comune dando avviso a tutti i cittadini che, ottemperando al disposto di legge regionale, hanno denunciato la presenza nelle loro proprietà di materiali contenenti amianto. All’apertura dei termini per l’offerta, prevista per
l’inizio di aprile, si darà inoltre la massima diffusione all’iniziativa tramite i canali istituzionali e di informazione locale.
L’offerta, per ovvie ragioni logistiche e di costo, riguarderà le sole utenze domestiche.
Per le superfici eccedenti i 100 mq inoltre, sarà necessario un sopralluogo finalizzato a valutare le eventuali opere di allestimento cantiere ed i relativi costi.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti