Malerba: “L’accattonaggio non è carità”

Il candidato sindaco della Lega Civica parte dalla piazza di Masnago

19 marzo 2016
Guarda anche: PoliticaVarese Città
malerba

Proprio mente una questuante fa la spola tra le auto in coda al semaforo di piazza Ferrucci, Stefano Malerba lancia le sue proposte per combattere il fenomeno dell’accattonaggio.

“Carità ed elemosina non vanno confuse: la mia Varese sarà solidale e non lascerà indietro nessuno, mentre l’accattonaggio in strada è quasi sempre legato allo sfruttamento” spiega il candidato sindaco della Lega Civica. Tavoli permanenti di quartiere per far confrontare amministrazione, forze dell’ordine e cittadini, foglio di via obbligatorio per i questuanti alla terza segnalazione, maggior impiego in strada della Polizia Locale: sono queste le ricette di Malerba enunciate in un luogo simbolico come il centro di Masnago, dove le richieste di elemosina ai semafori si perpetuano quotidianamente come in molti altri incroci cittadini.

Tag:

Leggi anche: