Lune di carta e di celluloide all’Insubria

L’ultimo incontro è previsto mercoledì 27 novembre, sempre alle 14 nell’aula magna del collegio Cattaneo

12 Novembre 2019
Guarda anche: Varese Città

Continua all’Università dell’Insubria la settima edizione di «Scienza & Fantascienza», ciclo di seminari per gli studenti di Scienze della Comunicazione ma anche per il pubblico esterno, dedicato quest’anno al tema «Cosa resta della Luna» e organizzato come sempre da Paolo Musso, in collegamento con il suo corso di «Scienza e fantascienza nei media e nella letteratura».

Il terzo incontro è intitolato «Lune di carta e di celluloide» ed è in programma mercoledì 13 novembre alle 14 nell’aula magna del collegio Cattaneo, in via Dunant 7 a Varese. Sono previsti interventi di: Antonio Serra, storica firma della Sergio Bonelli Editore, creatore della serie di fantascienza «Nathan Never» e sceneggiatore della stessa nonché di «Dylan Dog»; il disegnatore Mariano De Biase, sempre della Bonelli, specializzato in paesaggi lunari, che fornisce in diretta qualche esempio della sua arte e infine lo scrittore e critico cinematografico Michele Tetro.

Paolo Musso dichiara: «siamo arrivati all’appuntamento più divertente del ciclo, ovvero l’incontro con i bonelliani, che ci parleranno della Luna nel fumetto di fantascienza. Si tratta di un incontro molto significativo, perché Scienza & Fantascienza è nato proprio dal rapporto con la storica casa madre del fumetto italiano, che negli anni si è sempre più consolidato, cosa di cui andiamo particolarmente orgogliosi. In particolare, Antonio Serra (che io considero un vero e proprio “co-autore” del ciclo e per questo è l’unico relatore sempre presente in tutte le edizioni), insieme al suo collega Glauco Guardigli, è stato recentemente nominato membro del Creat, il nuovissimo centro gestito dal nostro corso di laurea che proporrà seminari e laboratori che spazieranno su tutti i campi delle arti e dello spettacolo, fumetto incluso. Oltre che divertente, però, è anche un incontro molto interessante, in particolare per i nostri studenti, perché per riuscire a vendere fumetti nel mondo di oggi bisogna avere una comprensione molto profonda non solo del proprio campo, ma di tutti i diversi linguaggi della comunicazione. È per questa stessa ragione che negli ultimi anni abbiamo deciso di trattare nello stesso incontro fumetto e cinema, di cui ci parla il bravissimo Michele Tetro, che è già stato con noi nel 2013: così infatti è possibile mettere a confronto, con risultati molto interessanti, i linguaggi di due generi narrativi apparentemente diversissimi, ma che in realtà presentano anche molte sorprendenti analogie».

L’ultimo incontro è previsto mercoledì 27 novembre, sempre alle 14 nell’aula magna del collegio Cattaneo: si tratta del falso mito del complottismo lunare e delle autentiche ricadute tecnologiche e sociali della corsa allo spazio.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Arriva il progetto INSUBRIPARKSTURISMO.EU

    Giovedì’ 06 agosto 2020 si è tenuta presso la sede della Camera di Commercio di Varese l’evento di presentazione della piattaforma INSUBRIPARKSTURISMO. EU Erano presenti, occasione speciale, i Presidenti dei tre parchi insubrici : GIUSEPPE BARRA – Presidente Parco Regionale
  • Occupazione e stipendi sopra la media per i laureati Insubria

    La percentuale dei laureati dell’Università dell’Insubria che trovano lavoro si riconferma più alta della media, secondo i dati del XXII Rapporto di AlmaLaurea, il consorzio che coinvolge 76 università italiane e ne analizza in modo approfondito il profilo e la condizione occupazionale dei
  • Insubria e Associazione Emdr Italia offrono formazione a supporto di psicologi e psicoterapeuti dell’Asst Settelaghi

    Come il personale sanitario, anche psicologi e psicoterapeuti stanno affrontando l’emergenza da Covid-19, chiamati a gestire esperienze stressanti e traumatiche vissute dai contagiati e dai familiari, ma anche dagli operatori dell’assistenza e dell’ordine pubblico. Un supporto è necessario
  • Lavori di gruppo anche a distanza, grazie alla tecnologia

    Non solo lezioni e discussione della tesi a distanza, ma anche lavori di gruppo. La scorsa settimana circa venti studenti al secondo anno di Informatica hanno sperimentato un lavoro di gruppo in videoconferenza. La lezione di Data Science For Business prevedeva infatti la suddivisione in sette