Longevità, Salute e Qualità della Vita

Una giornata di studi a Varese organizzata da Fondazione Piatti con Università Insubria

02 novembre 2018
Guarda anche: Varese Città

Il Centro Studi e Formazione di Fondazione Renato Piatti – Anffas Varese, in collaborazione con il Corso di Laurea in Educazione Professionale dell’Università degli Studi dell’Insubria e il Centro di Ricerca dell’Università per la cura pedagogica-operativa organizza una giornata di studi per approfondire la tematica “Longevità, Salute e Qualità della Vita: nuove pratiche per la presa in carico socio-sanitaria delle persone con disabilità intellettiva in Lombardia”, in programma martedì 6 novembre 2018 dalle 14 alle 18 presso l’aula magna dell’Università dell’Insubria in via Dunant a Varese.

La giornata di studi ha l’obiettivo di sollecitare il confronto su una questione che sta emergendo con contorni piuttosto netti: come i servizi, le istituzioni e i diversi attori sociali devono adeguare il loro prendersi cura delle persone con disabilità intellettiva considerando che l’età media della popolazione italiana è in costante aumento e che questo accade anche per le persone con disabilità.

«La durata media della vita della popolazione italiana è passata dalla fine dell‘800 ad oggi da 36 a 80 anni per gli uomini e da 36 a 85 anni per le donne. Secondo le previsioni dell’Istat, a metà di questo secolo la speranza di vita potrebbe arrivare a 85 anni per gli uomini e a 90 per le donne. – Afferma Michele Imperiali, Direttore Generale Fondazione Renato Piatti onlus – Che si viva più a lungo è un dato certo. Ma con quale Qualità di Vita? Questa è la sfida sociale tutta aperta. Nel caso delle persone con disabilità intellettiva, la longevità implica la rivalutazione da parte delle famiglie e dei servizi dei Progetti di Vita che devono considerare anche i bisogni e gli appropriati sostegni per affrontare la terza età. Per questa ragione le famiglie, i servizi ed in particolare le istituzioni si trovano nella necessità di ri-organizzarsi al fine di offrire i giusti sostegni alle persone con disabilità intellettiva che vanno incontro a patologie tipiche dell’invecchiamento, come ad esempio l’insorgere di forme di demenza.»

Il programma della giornata di studi prevede dalle 13:15 alle 14:00 la registrazione dei partecipanti e un caffè di benvenuto.

Il convegno inizierà alle 14:00 con i saluti di benvenuto di Cesarina del Vecchio, Presidente di Fondazione Piatti. Ad aprire i lavori Michele Imperiali, Direttore Generale di Fondazione Piatti. Osvaldo Cumbo, Responsabile del Centro Studi e Formazione di Fondazione Piatti – Anffas Varese introdurrà la tematica della disabilità e longevità.

A seguire interverranno i relatori: Marco Trabucchi, Presidente dell’Associazione italiana di Psicogeriatria; Luc Pieter De Vreese, D.M. Centro Geriatrico Fondazione Luigi Boni, Suzzara (MN) e Consulente Scientifico Progetto DAD, Anffas Trentino Onlus; Elisa De Bastiani, pedagogista Anffas Trentino Onlus membro del comitato scientifico del Progetto DAD (Down Alzheimer Dementia) di Anffas Trentino; Tiziano Gomiero, coordinatore del progetto di ricerca DAD (Down Alzheimer Dementia) di Anfass Trentino, membro del consiglio direttivo Alzheimer Trento e della Società italiana di Psicologia dell’Invecchiamento.

A chiusura della giornata di Studi si terrà una tavola rotonda alla quale sono stati invitati referenti dell’Assessorato al Welfare Regione Lombardia, dell’ATS Insubria, dell’ASST Sette Laghi, l’Università degli Studi dell’Insubria, del Comune di Varese e Anffas Lombardia.

La giornata di studi è aperta a operatori sanitari e sociali, studenti, familiari, referenti istituzionali che a vario titolo si occupano di presa in carico delle persone con disabilità intellettiva.

Verranno assegnati crediti formativi ECM per le professioni sanitarie e crediti CNOAS per Assistenti Sociali.

Tag:

Leggi anche:

  • Addio a Ermes Buosi

      A dire addio al capitano Ermes, fondatore della nota pasticceria, sono i parenti e gli amici. La storia della famiglia Buosi nasce dalla passione per la pasticceria: era il 1958 quando Ermes Buosi aprì una piccola rivendita di prodotti dolciari, trasformandola qualche anno dopo,
  • Funicolare sempre aperta in autunno e inverno

    Una grande novità che il comune di Varese ha introdotto da quest’anno, visto il grande successo che la Funicolare di Varese ha riscosso nei messi passati tra i cittadini e i turisti. La storica funicolare terrà le porte aperte anche nelle giornate di sabato e domenica dei mesi autunnali e
  • Torna “Luci di Natale alla Rasa”

    Sabato 17 e domenica 18 novembre torna l’attesissimo appuntamento con la manifestazione “Luci di Natale alla Rasa”, giunta alla sua 18° edizione, organizzata grazie all’impegno dell’Associazione ASAR. Per l’intero weekend il caratteristico borgo si
  • Progetto stazioni di Varese, chiusa la gara per l’appalto dei lavori

    L’intervento per la riqualificazione del comparto stazioni si avvicina. Questa mattina sono state aperte le buste pervenute da chi ha partecipato alla gara bandita dal Comune per l’assegnazione dei lavori e dei cantieri. Hanno presentato l’offerta per la realizzazione dei lavori