Lombardia regione leader in Italia nella vendita a domicilio: 249 milioni di euro di fatturato nel 2018

La Lombardia vale il 15% del fatturato nazionale delle aziende associate Univendita ed è seguita, nell’ordine, da Campania, Veneto e Lazio. Al Sud e Isole si registra il numero più elevato di venditori a domicilio: oltre 80mila, pari al 51% degli addetti

03 Settembre 2019
Guarda anche: Lombardia

La Lombardia guida la classifica delle regioni italiane nella vendita a domicilio: nel 2018 le aziende associate Univendita hanno realizzato nella regione un fatturato di 249 milioni 318mila euro, in crescita del 5,1% rispetto al 2017. La rilevazione del Centro Studi Univenditacertifica che la Lombardia vale a livello nazionale il 15% delle vendite, che nel 2018 hanno raggiunto la cifra di 1 miliardo 662 milioni di euro.

Il Nord Ovest vale complessivamente il 25,2% del fatturato nazionale. In quest’area, dopo la Lombardia, seguono il Piemonte/Valle d’Aosta, con il 7,9% del fatturato, e la Liguria (2,3%). Nella classifica nazionale, sul secondo gradino del podio, dopo la Lombardia, c’è la Campania (176 milioni di euro di fatturato); al terzo posto il Veneto (161 milioni di euro) e al quarto il Lazio (131 milioni di euro). Nel complesso, Sud e Isole realizzano il 35,1% del fatturato (583 milioni di euro); seguono Nord Ovest (419 milioni di euro), Nord Est (370 milioni di euro) e Centro (289 milioni).

La classifica cambia se guardiamo al numero degli addetti alla vendita: nel 2018 in Lombardia hanno operato quasi 18mila venditori a domicilio,pari all’11,2% degli oltre 159mila addetti complessiviLa Lombardia si piazza dunque al terzo posto per numero di venditori, dopo la Campania (24.800 addetti) e la Sicilia (con 22.700 addetti). L’area del Sud e Isole è infatti quella dove nel 2018 si è concentrato il 50,7% dei venditori, pari a 80.700 addetti. Seguono il Nord Ovest con 30.100 addetti (il 18,9% del totale), il Nord Est e il Centro, entrambe aree che contano circa 24.200 addetti (il 15,2% del totale).

«Anche quest’anno si conferma il primato della Lombardia per quanto riguarda il fatturato realizzato dalle aziende della vendita a domicilio – dichiara Ciro Sinatra, presidente Univendita –. Le regioni meridionali sono invece quelle che guidano la classifica per quanto riguarda il numero di venditori: oltre la metà degli addetti delle aziende di Univendita opera nel Sud e Isole. In quest’area la vendita a domicilio rappresenta un’opportunità soprattutto per le donne, che rappresentano il 92,5% degli incaricati delle aziende Univendita a livello nazionale. Nelle regioni del Sud Italia, dove l’indice di occupazione femminile è più basso, le donne trovano nella vendita a domicilio una possibilità interessante per realizzarsi professionalmente, conciliando al contempo il lavoro con gli impegni familiari».

 

Tag:

Leggi anche:

  • Lombardia, bollo auto scontato per chi paga sul conto corrente

    Aumenta lo sconto per i lombardi che domicilieranno il pagamento del bollo dell’automobile di proprietà. E’ una novità inclusa nel progetto di legge di bilancio regionale già approvato dalla giunta e al voto nell’aula del consiglio regionale intorno a metà dicembre. Lo ha
  • Funghi, Regione Lombardia “Fate controllare gratuitamente quelli che raccogliete”

    “Il controllo tempestivo e accurato dei funghi raccolti può salvare la vita ed evitare danni al fegato, ai reni e al sistema nervoso centrale. Gli ispettorati micologici delle ATS rilasciano certificazioni di  commestibilità gratuitamente”. E’ questo l’appello lanciato dall’assessore
  • La provincia di Varese conta 25 negozi storici

    Dal 2004 Regione Lombardia valorizza le attività commerciali “storiche”, in quanto testimonianza tangibile di tradizione, operosità e scelte lungimiranti per affrontare l’evoluzione dei gusti e dei consumi, nonché prezioso mosaico di un vasto e vivace patrimonio locale, da preservare e
  • Mobilità elettrica, 270 nuove ‘colonnine’ di ricarica in Lombardia

    In Lombardia saranno installate 270 nuove ‘colonnine’ di ricarica per veicoli elettrici. Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi. Complessivamente si tratta di un