Licantropi svizzeri ed esorcisti russi: ecco i film in gara a Cortisonici 2018

Ventidue cortometraggi in concorso alla 15° edizione di Cortisonici - Festival Internazionale del Cinema. Tra i corti in gara Magic Alps con Giovanni Storti, del trio Aldo Giovanni e Giacomo

13 febbraio 2018
Guarda anche: AperturaEventi

Per la quindicesima edizione di Cortisonici, che si terrà a Varese dal 3 al 7 aprile 2017, il gruppo selezionatore ha scelto i film in concorso, selezionati tra 1143 cortometraggi arrivati alla segreteria del Festival da 48 diverse nazioni, segno dell’attenzione che Cortisonici si è ritagliato tra i registi emergenti e le piccole case di produzione di tutto il mondo. Tra le nazioni più “prolifiche” segnaliamo Spagna (320 film inviati), Italia (168) e Corea del Sud (105).

Grazie ad un lungo lavoro di selezione, che ha coinvolto anche il pubblico con l’esperimento delle “Primarie Cortisonici”, sono ventidue film in concorso in rappresentanza di 12 diverse nazioni.

Dalla penisola dell’estremo oriente arriva il cortometraggio più folle del concorso 2018, The last ramen di Park Sowon, storia di un giovane che ha sviluppato una curiosa dipendenza: non può fare a meno degli spaghetti ramen. Il film è stato selezionato grazie ad un concorso realizzato dal partner coreano IFAF (Italian Art & Film Festival) che ha coinvolto diverse università di Seul.

Tornando in Europa sorprenderanno il pubblico varesino lo svizzero Schutzplan Vollmond di  Elias Jutzet, curiosa rivisitazione della figura del licantropo le cui notti di luna piena sono organizzate con il solito rigore svizzero, mentre il russo The exam della regista Alina Suarez Aguilera ci presenta un esorcista decisamente al passo con i tempi.

In concorso anche il cortometraggio italiano Magic Alps diretto da Andrea Brusa e Marco Scotuzzi; basato su una vicenda realmente accaduta nel 2011, Il film racconta la difficile storia di un pastore afgano arrivato in Italia per cercare asilo insieme alla sua capra. Magic Alps vede la partecipazione di Giovanni Storti nel ruolo del funzionario del centro d’accoglienza che si trova nella complicata situazione di gestire il primo caso di animale giunto in Italia come “rifugiato”: un inusuale ruolo drammatico per il membro del celebre trio Aldo Giovanni e Giacomo.

A completare il concorso film spagnoli, francesi, olandesi, estoni, belgi, inglesi, iraniani e cinesi: molti dei registi hanno già confermato la presenza per aprile per presentare al pubblico del cinema nuovo il proprio film.

Non abbiate paura, Cortisonici esorcizza la noia.

Concorso internazionale Cortisonici / International Competition Cortisonici 2018

  1. 9 pasos – Marisa Crespo Abril, Moisés Romera Perez- Spagna, 8′
  2. A gentle night- Qiu Yang – Cina, 15′
  3. Aprieta, pero rararmente ahoha – David Pérez Sañudo – Spagna, 15’
  4. Crack – Julián Candón – Spagna, 4′
  5. Downside up – Peter Ghesquière – Belgio, 15′
  6. Etiqueta negra – David Vergés – Spagna, 10′
  7. Gaze – Farnoosh Samadi – Iran, 14′
  8. Gray umbrella – Mohammad Poustindouz – Iran, 9′
  9. Happy ending- Fernando Gonzalez Gomez – Spagna, 4′
  10. JÄÄ- Ice – Anna Hints – Estonia, 15′
  11. Kapitalistis – Pablo Munoz Gomez – Belgio, 15′
  12. Lenny – Camille Béglin- Francia, 14′
  13. Magic Alps – Andrea Brusa, Marco Scotuzzi – Italia, 15′
  14. Overrun – Pierre Ropars, Antonin Derory- Francia, 8′
  15. Punchline – Christophe M.Saber – Svizzera, 9′
  16. Ringo Rocket Star and his song for Yuri Gagarin – Rene Nuijens- Olanda, 10′
  17. Scrambled – Bastiaan Schravendeel – Olanda, 6′
  18. Schutzplan Vollmond- Elias Jutzet – Svizzera, 9′
  19. The exam – Alina Suarez Aguilera – Russia, 9′
  20. The last ramen – Park Sowon – Corea del Sud 14′
  21. Tous les jours – Philippe Orreindy- Francia, 14′
  22. White – David Moya – Gran Bretagna, 15′
Tag:

Leggi anche: