L’ex Caserma Garibaldi diventa uno “schermo”. E forse spunta un “urban center”

La giunta punta a informare i cittadini su come diventerà la nuova piazza attraverso uno ''schermo'' sull'ex edificio militare

07 ottobre 2015
Guarda anche: Varese Città
Caserma

Uno “schermo” sull’ex Caserma per informare i cittadini su come diventerà piazza Repubblica. E, forse, potrebbe spuntare anche un “urban center” in mezzo alla piazza. 

La giunta ieri mattina ha deliberato le modalità con cui l’iter per la riqualificazione del comparto di piazza e caserma verrà comunicato ai cittadini durante i prossimi mesi.

Un progetto che verrà seguito dal vicesindaco Mauro Morello e dall’assessore all’Urbanistica Fabio Binelli, i quali si sono divisi i compiti.

“È un progetto di coordinamento della comunicazione e della predisposizione della piazza a partire dalle prossime settimane – spiega Binelli – a dicembre infatti le due gare per la progettazione preliminare saranno concluse. Quindi subentrerà una seconda fase, dove la parte che riguarda l’ex Caserma e la piazza procederà velocemente. Mentre per quanto riguarda la seconda parte del masterplan, ovvero la realizzazione del Teatro, occorrerà più tempo”.

Per quanto riguarda infatti la prima parte, al vincitore verrà subito affidata la progettazione definitiva della piazza. E qui subentra quindi il progetto di comunicazione del Comune. “Abbiamo deciso di utilizzare la struttura dell’ex Caserma, con una copertura, come un “grande schermo” per informare i cittadini su come verrà realizzata la nuova area. C’è anche un’altra ipotesi, che al momento abbiamo rimandato per verificare bene i costi. Si tratta dell’allestimento di un urban center in mezzo alla piazza, dove tutti i dettagli dei progetti e dei lavori verranno esposti e la cittadinanza potrà essere informata in maniera esaustivo sull’avanzamento dell’iter”.

L’urban center consisterebbe, nella prima ipotesi, in una sorta di struttura mobile a vetri, simile allo Iat posizionato in piazza Monte Grappa per Expo. Per contenere i costi si è pensato anche di trasferire lo stesso Iat, tuttavia la struttura di piazza Monte Grappa sarebbe troppo piccola per contenere tutto il materiale sui progetti di piazza Repubblica. Una seconda ipotesi è quella di cercare invece dei locali in affitto o dentro Le Corti, o negli edifici vicini di via Manzoni. Tuttavia, da un primo controllo, sembrerebbe che non ci siano nelle vicinanze locali abbastanza capienti per le esigenze del Comune.
Rimane quindi, come ipotesi principale, quella della struttura mobile in mezzo alla piazza. Ma la giunta non ha deliberato la decisione e l’ha rimandata ad una fase successiva, quando si potrà avere con chiarezza un quadro sulle spese cui il Comune potrebbe andare incontro. E, nel caso fossero troppo elevate, è probabile che l’amministrazione possa rinunciare.
Per quanto riguarda la seconda parte del masterplan, quella relativa al nuovo Teatro e all’ex Collegio Sant’Ambrogio, Binelli ha sottolineato come l’iter sarà più lento, dal momento che occorrerà individuare il partner privato che realizzerà la struttura e quindi la gestirà.

Tag:

Leggi anche:

  • Arriva un altro successo per la Pallanuoto Banco BPM

    Strepitosa prova di forza della Pallanuoto Banco BPM Sport Management che, nella quinta giornata d’andata del campionato di serie A1 maschile, strapazza con un perentorio 18-4 i campani dell’Acquachiara, con la formazione padrona di casa che deve arrendersi al talento del sette guidato da
  • Domani torna in vasca la Pallanuoto Banco BPM Sport Management impegnata contro l’Acquachiara

    Tornerà in vasca domani alle ore 16.00 la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che per la quinta giornata d’andata del campionato di serie A1 maschile sarà ospite della compagine napoletana dell’Acquachiara. La sfida, che si disputerà presso la Piscina Comunale di Santa Maria Capua Vetere
  • A cavallo tra le rocce lunari, e su astronavi fai da te

    Quante ne sono state dette sulla terra e sulla luna, sabato 18 ottobre a Busto Arsizio se ne vedranno delle belle sull’argomento. Appuntamento dalle 10 alle 16 al maneggio La Bastide in via Samarate, 150. Si farà una gimkana a cavallo tra modelli di rocce lunari, si costruirà un’astronave
  • Conferimento Ufficiale del Titolo Comune Europeo dello Sport 2019 alla Città di Sesto Calende

    Un lunedì pieno di emozioni ed entusiasmo è stato lo scorso 30 ottobre presso la sala d’onore del CONI a Roma per Simone PINTORI (Consigliere Comunale Delegato allo Sport) Danila DE CANDIDO (Consigliere Comunale Delegato ai Bandi) Andrea SCANDOLA (Rappresentante della Pro Sesto) Daniele