L’Arcigay torna a Varese dopo 15 anni

Il presidente è Giovanni Boschini, promotore del Varese Pride. Il circolo di Varese ha ottenuto il via libera dal consiglio nazionale dell'Arcigay a Bologna

14 marzo 2016
Guarda anche: Varese Città
Arcigay

Dopo quindici anni tornerà un circolo Arcigay a Varese. Lo ha stabilito il consiglio nazionale di Arcigay a Bologna sulla base della richiesta di affiliazione presentata da Insubria LGBT, che rimarrà un gruppo interno a Arcigay dedicato agli studenti.

I soci fondatori hanno eletto il primo consiglio direttivo dell’associazione: Giovanni Boschini (Presidente), Federico Giovanni Galbiati (Vicepresidente), Matteo Besutti (segretario), Gianluca D’Ascenzo (tesoriere) e i consiglieri Lidia Oteri, Stefano D’Andrea, Stefano Spadafora e Attilio Tibaldi.
La neonata associazione entrerà a far parte del Coordinamento Varese Pride e quindi sarà parte attiva per quanto riguarda l’organizzazione del primo Pride varesino, che avrà luogo il 18 giugno.
“Essere entrati a far parte della grande famiglia di Arcigay è un risultato molto importante dopo un anno di iniziative contro l’omotransfobia che hanno portato alla creazione del primo Varese Pride” – ha dichiarato Giovanni Boschini, neoeletto presidente – “per me è un onore essere il rappresentante di questa importante realtà.”
Queste sono invece le parole del vicepresidente Federico Galbiati: “La nascente sezione di Arcigay sarà un punto di riferimento per tutto il mondo LGBT varesino, il quale, negli ultimi anni, è rimasto senza voce, talora vittima di pregiudiziosi attacchi politici. L’obiettivo principale della nostra associazione è quindi non solo la lotta ideologica ad ogni forma di omotransfobia, ma anche il sostegno legale, morale e psicologico a tutti coloro che sono vittime di una discriminazione”.
Grande entusiasmo anche da parte del segretario nazionale di Arcigay, Gabriele Piazzoni: “Ristabilire una presenza di Arcigay in provincia di Varese è molto importante, non solo perché questo permetterà un rafforzamento della nostra rete nazionale ma anche perché in questo modo si darà un punto di riferimento alle migliaia di persone omosessuali e transessuali della provincia.”

Arcigay sarà ospite dell’associazione “Un’Altra Storia” in Via Francesco del Cairo, 34, a Varese.

Tag:

Leggi anche:

  • Università dell’Insubria “Il mio nome lo scelgo io”

    SISM Varese, con il patrocinio dell’Università degli studi dell’Insubria e in collaborazione con Jonas Onlus e Arcigay Varese vi invita il giorno 22 marzo alle ore 20.45 presso l’aula magna di via Ravasi 2 a Varese alla conferenza “Il mio nome lo scelgo io – incontro sulla
  • “Tutta un’altra storia”: Dall’Orto racconta in libreria la storia dell’omosessualità

    A colmare questa vistosa lacuna interviene Tutta un’altra storia, in cui lo storico e militante Giovanni Dall’Orto raccoglie il frutto di anni di ricerca, disegnando una traiettoria che dalla classicità grecoromana arriva – attraversando gli snodi imprescindibili della nascita della
  • Arcigay: iniziative per agevolare il Coming Out

    Per mettere in luce questo momento, l’8 ottobre dalle 21:00 presso il locale “Il Salotto” ci sarà un photo-shooting sull’argomento: il fotografo Roberto Raschellà immortalerà decine e decine di persone che vorranno mettersi in mostra per spingere le persone a esternare il
  • Arcigay Varese: “Garantire le celebrazioni delle unioni civili”

    D’altronde, la cerimonia non deve essere officiata necessariamente dal sindaco, bensì da un ufficiale di stato civile, così come indicato dai decreti attuativi e dal parere del Consiglio di Stato. “Le coppie non si fermino di fronte al primo diniego” – dichiara Giovanni Boschini,