Arcigay: iniziative per agevolare il Coming Out

Il prossimo 8 ottobre photo-shooting al Salotto

06 ottobre 2016
Guarda anche: Varese Città
Arcigay

L’11 ottobre si celebra in tutto il mondo il Coming Out Day, ricorrenza che mette in luce uno dei momenti più importanti nella vita di una persona LGBTI: il Coming Out, ovvero la pubblica dichiarazione del proprio orientamento sessuale o della propria identità di genere, aspetti che prima della dichiarazione rimangono celati o, spesso, repressi.
Il termine non è da confondersi con l’outing, che riguarda invece la pubblica dichiarazione da parte di altre persone.

Per mettere in luce questo momento, l’8 ottobre dalle 21:00 presso il locale “Il Salotto” ci sarà un photo-shooting sull’argomento: il fotografo Roberto Raschellà immortalerà decine e decine di persone che vorranno mettersi in mostra per spingere le persone a esternare il proprio orientamento sessuale o la propria identità di genere o semplicemente per fare il proprio Coming Out pubblicamente. Le foto saranno quindi diffuse tramite i canali web e social di Arcigay Varese e nella campagna nazionale di Arcigay, il cui hashtag è #HoQualcosaDaDirvi. La campagna è ideata e realizzata dal network Arcigay Giovani e viene diffusa in tutta Italia.

«Vogliamo che le persone possano sentirsi libere di esternare il proprio orientamento sessuale o la propria identità di genere in tutta tranquillità e senza essere condannati, prendendosi tutto il tempo che occorre» – dichiara il presidente di Arcigay Varese, Giovanni Boschini – «A Varese e provincia ciò non è ancora un passo scontato: lo dimostrano i casi che ci vengono segnalati dove, dopo un Coming Out, spesso le persone vengono completamente emarginate dalla sfera familiare, sbattuti fuori di casa, disconosciuti dai genitori o, quando questo non accade, vengono posti all’interno di una logica di silenzio assenso in cui tutti sanno ma nessuno parla, per vergogna o per pudore. Questi non possono essere temi da trattare con le pinze: riguardano le persone e il loro diritto all’autodeterminazione e alla felicità. Il Varese Pride ha agevolato il processo del Coming Out con gli amici o in famiglia: la città saprà fare sempre meglio per la piena accettazione di tutte le diversità.»

Le persone che avessero problemi con il Coming Out, sia esso in famiglia o con gli amici, possono rivolgersi all’associazione che fornirà aiuto e supporto e in cui le persone possono trovare un ambiente in cui altri  hanno affrontato lo stesso percorso.

Tag:

Leggi anche:

  • Università dell’Insubria “Il mio nome lo scelgo io”

    SISM Varese, con il patrocinio dell’Università degli studi dell’Insubria e in collaborazione con Jonas Onlus e Arcigay Varese vi invita il giorno 22 marzo alle ore 20.45 presso l’aula magna di via Ravasi 2 a Varese alla conferenza “Il mio nome lo scelgo io – incontro sulla
  • “Tutta un’altra storia”: Dall’Orto racconta in libreria la storia dell’omosessualità

    A colmare questa vistosa lacuna interviene Tutta un’altra storia, in cui lo storico e militante Giovanni Dall’Orto raccoglie il frutto di anni di ricerca, disegnando una traiettoria che dalla classicità grecoromana arriva – attraversando gli snodi imprescindibili della nascita della
  • Arcigay Varese: “Garantire le celebrazioni delle unioni civili”

    D’altronde, la cerimonia non deve essere officiata necessariamente dal sindaco, bensì da un ufficiale di stato civile, così come indicato dai decreti attuativi e dal parere del Consiglio di Stato. “Le coppie non si fermino di fronte al primo diniego” – dichiara Giovanni Boschini,
  • Varese: aggressione verbale ad una coppia gay

    L’ultimo caso segnalato riguarda un’aggressione verbale ai danni di una coppia di giovani che vuole mantenere l’anonimato: “Eravamo seduti su una panchina in centro, abbracciati. Alcuni ragazzi hanno iniziato a prenderci a parole, chiedendoci se non ci vergognavamo ad abbracciarci in