La polizia locale libera una cagnolina abbandonata ai giardini estensi

Due giorni senza cibo né acqua, una cagnolina è sopravvissuta fin quando è stata tratta in salvo dalla polizia locale

08 novembre 2016
Guarda anche: AperturaVarese Città
tulipani giardini estensi

Potremmo chiamarla “Virgola”, come la cagnolina protagonista di una canzone di Bruno Lauzi e cantata da Jocelyn, ma non sappiamo e non sapremo mai il vero nome né quello del suo padrone perché la cagnolina meticcia è stata abbandonata in un modo abbastanza crudele, legata con il guinzaglio ad una pianta nascosta tra le alte siepi dei Giardini Estensi di Varese, dove è rimasta per un paio di giorni senza cibo né acqua prima di essere tratta in salvo dalla Polizia locale. Per fortuna si è conclusa con un lieto fine la brutta storia che ha coinvolto una cagnolina che ieri pomeriggio è stata ritrovata dagli agenti intervenuti a seguito di una chiamata ricevuta da parte di un cittadino che aveva sentito i lamenti del cane. Una volta liberato, l’animale è stato portato al comando della Polizia locale dove è stato rifocillato. Purtroppo il cane non aveva nessuna targhetta e non era nemmeno dotato di microchip con i dati del proprietario per cui si è dovuto ricoverare la cagnolina al canile municipale.
Ci chiediamo con quale cuore si possa abbandonare un cane in questo modo, peraltro legandolo in un luogo nascosto, dove è stato ritrovato solo per i lamenti e la sensibilità di un passantedichiara il comandante della Polizia locale, Emiliano Bezzon -. Purtroppo sarà molto difficile risalire al proprietario della cagnolina che se dovesse essere rintracciato sarà denunciato per maltrattamento sugli animali, reato oggi inserito nel codice penale“.

Tag:

Leggi anche: