La Casa della Salute di Busto Arsizio apre il servizio per le cure dentali

Il nuovo centro offre la possibilità di accedere alle cure a una fascia di popolazione che non si è mai rivolta al dentista, privato sia per motivi economici, sia perché non ritendendo le cure odontoiatriche un’esigenza di salute prioritaria, ha cominciato a prescinderne, come evidenziato da tutte le statistiche

10 novembre 2015
Guarda anche: Busto ArsizioSalute
visiting dentist

La Casa della Salute, centro socio-sanitario realizzato dall’Amministrazione comunale in via san Pietro, si arricchisce di un servizio atteso e molto richiesto dalla cittadinanza: da lunedì 9 novembre nei locali dell’edificio comunale ha aperto i battenti il nuovo Centro Odontostomatologico dell’Azienda Ospedaliera di Busto Arsizio che offre cure dentali in convenzione con il Sistema Sanitario della Regione Lombardia.

La struttura ospita tre postazioni odontoiatriche a disposizione dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 19.

Nei medesimi giorni ed orari è possibile contattare il numero di telefono 0331/342252 per informazioni e appuntamenti.
Il nuovo centro offre la possibilità di accedere alle cure a una fascia di popolazione che non si è mai rivolta al dentista, privato sia per motivi economici, sia perché non ritendendo le cure odontoiatriche un’esigenza di salute prioritaria, ha cominciato a prescinderne, come evidenziato da tutte le statistiche.
Tecnologie avanzate, completezza delle prestazioni, sicurezza igienico sanitaria, un’ équipe di professionisti in sinergia tra di loro, disponibilità di apertura in orari ampliati, sono solo alcuni dei punti di forza del nuovo servizio, che si propone di rispondere alle esigenze i pazienti di ogni età, dai bambini fino ad arrivare alle persone anziane per le quali, l’Azienda Ospedaliera, in accordo con l’Amministrazione comunale e il concessionario, sta predisponendo convenzioni ed accordi di facilitazione che verranno presto sottoscritti e comunicati.

A partire dal 16 novembre verranno erogate le prime prestazioni per le quali sin da oggi è possibile effettuare prenotazioni. Il 23 novembre, a riconoscimento della significatività del servizio offerto in triangolazione tra Amministrazione comunale, Azienda ospedaliera e azienda privata, si terrà un incontro pubblico alla presenza delle autorità regionali e sanitarie.

Non dimentichiamo che la forte colleganza tra prestazioni sanitarie, sociali, ospedaliere e territoriali è il mantra dell’evoluzione del sistema sanitario regionale di recente approvato.
In concomitanza con l’apertura del Centro Odontostomatologico è stato potenziato il servizio CUP per la prenotazione di esami e visite all’Azienda Ospedaliera cittadina. Il servizio, già attivo da tempo alla Casa della Salute, è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19: allo sportello è possibile anche pagare il ticket eventualmente dovuto delle prestazioni.

Tag:

Leggi anche:

  • Draghi Valle Olona: a settembre una nuova avventura per il Minibasket

    Partirà a Settembre una nuova avventura per il Minibasket grazie alla collaborazione tra Polisportiva Sportpiu, Scuola Basket Castellanza e A.S.D. Draghi Gorlazy di Gorla Maggiore: la Scuola Minibasket Draghi Valle Olona, il primo centro sovraterritoriale della zona! Il Progetto concretizza
  • Riqualificazione del campo da rugby di Giubiano, accordo firmato

    Questa mattina a Roma è stata firmata la convenzione tra il Coni e i 32 Enti locali che hanno presentato, e sono stati selezionati, nell’ambito del bando “Fondo Sport e Periferie”, dedicato alla riqualificazione degli impianti sportivi italiani. Tra i comuni presenti a Roma c’era anche
  • Un percorso mondiale per la 2° edizione della Gran Fondo Tre Valli Varesine

    La 2° edizione della Gran Fondo Tre Valli Varesine, in programma a Varese sabato 30 settembre (crono) e domenica 1° ottobre (gran e medio fondo) sarà una gara da non perdere. Entrata da quest’anno nel circuito UCI GRAN FONDO WORLD SERIES la Gran Fondo Tre Valli Varesine 2017 sarà una prova
  • Sanità: illustrato il modello di inclusione dell’Associazione Special Olympics

    Promuovere sempre di più lo sport come mezzo di inclusione sociale per i disabili intellettivi anche gravi e valutare anche la possibilità di individuare un riferimento regionale per la formazione di allenatori e istruttori dello sport unificato (l’attività motoria e sportiva fatta