Insubria negli Usa per studiare la postura degli atleti

Il progetto è ora sbarcato negli Stati Uniti, con la pubblicazione dei risultati sull’importante rivista medico-scientifica «BMC Research Notes».

02 Agosto 2019
Guarda anche: AttualitàScuola e Istruzione

Si chiama «Gait Analysis» ed è un metodo di studio dei movimenti corporei e delle posture coordinato da Andrea Moriondo, professore di Fisiologia all’Università dell’Insubria.

Il progetto in questi anni ha fatto grandi passi in avanti: dai primi dati raccolti a Luino nel giugno 2017, grazie all’iniziativa organizzata dalla squadra di calcio femminile delle Luino Ladies, è ora sbarcato negli Stati Uniti, con la pubblicazione dei risultati sull’importante rivista medico-scientifica «BMC Research Notes».

Si tratta di una ricerca sulla postura degli atleti di livello semi-professionistico che, attraverso le molte prove e le analisi sul cammino degli sportivi, ha dimostrato il livello di asimmetria tra gamba destra e sinistra. Grazie ad una pedana low-cost sono stati effettuati tracciati per elaborare i cosiddetti coefficienti di asimmetria, che indicano quanto sia asimmetrico il cammino della gamba per un maggior sviluppo muscolare. Questi risultati hanno dato così nuovi strumenti per analizzare la postura, con l’obiettivo di affinarla insieme al passo. Questo sistema a basso costo è dunque potenzialmente fruibile da tutte le realtà sportive semi-professionistiche.

Dopo due anni di intenso lavoro arriva dunque un grande riconoscimento per l’Università dell’Insubria e per la squadra di laureandi e fisioterapisti di Andrea Moriondo. Nello specifico per Francesca Vignaga, dottoressa in Fisioterapia che ha effettuato la maggior parte delle prove sugli atleti coinvolti, e per lo studente Nicolò Colombo, che ha sviluppato un software utile per raccogliere tutti i dati ed effettuare un’analisi più precisa e veloce.

Tag:

Leggi anche:

  • Lune di carta e di celluloide all’Insubria

    Continua all’Università dell’Insubria la settima edizione di «Scienza & Fantascienza», ciclo di seminari per gli studenti di Scienze della Comunicazione ma anche per il pubblico esterno, dedicato quest’anno al tema «Cosa resta della Luna» e organizzato come sempre da
  • La Scuola di Milano in mostra alla Biblioteca Braidense per il progetto Giovani Pensatori dell’Insubria

    Preziosi documenti della Scuola di Milano, custoditi al Centro internazionale Carlo Cattaneo e Giulio Preti dell’Università dell’Insubria, sono esposti nella Sala Teresiana della Biblioteca Braidense di Milano, città che negli anni Trenta ha assistito alla nascita del cenacolo
  • Otto nuovi docenti in cattedra all’Insubria

    Otto nuovi docenti sono in arrivo a novembre alla Scuola di Medicina dell’Università dell’Insubria: l’ateneo investe, grazie all’aumento delle risorse a disposizione per acquisire personale. Diventano professori associati: Luca Cabrini per Anestesia e
  • All’Insubria nasce il Cerm

     All’Università dell’Insubria nasce il Cerm, Centro di ricerca sulle minoranze, il primo in Italia, che ha lo scopo di promuovere ricerche interdisciplinari di sociologia e sociolinguistica delle popolazioni minoritarie nel contesto italiano e europeo, coinvolgendo linguisti,