Individuate migliorie per rendere ancora più efficiente il Piano di Varese si Muove

A due mesi dalla partenza di Varese Si Muove l’amministrazione fa il tagliando alle politiche di mobilità della città: Entro dicembre 2017 un piano per la sostituzione delle pensiline del trasporto pubblico

10 novembre 2017
Guarda anche: Comune di VareseTrasporti Strade AutostradeVarese Città

Genitori, lavoratori, studenti serali, tante le categorie e i quartieri coinvolti dai nuovi provvedimenti.  Prossimi tre impegni lavorare su pedonalità con 350 mila euro per i marcipiedi, ciclabilità con le nuove piste dedicate e sul trasporto pubblico con più frequenza e capillarità.

A due mesi dall’introduzione di Varese si Muove, che sta già cambiando le abitudini di spostamento in città e che ha introdotto novità importanti sul fronte del trasporto pubblico come il Park & Bus e l’arrivo di nuovi sistemi di bike sharing, l’amministrazione comunale ha fatto il tagliando al piano della mobilità, adottando alcune migliorie pensate per rendere ancora più efficiente il sistema. Diverse le zone e le categorie interessate dai nuovi provvedimenti in un’ottica che l’assessore alla mobilità Andrea Civati ha definito: “ una naturale conseguenza ai primi mesi di monitoraggio del piano e una risposta alla fase di ascolto di tutte le esigenze dei cittadini”.

Tante dunque le novità che questa mattina ha illustrato l’assessore che non modificheranno lo spirito del piano complessivo: “che resta quello di dare alla nostra città un sistema di mobilità più efficiente, più sostenibile e più sicuro”.

“Varese si Muove sta davvero cambiando le abitudini dei cittadini con grandi benefici per la città – ha detto l’assessore – Abbiamo avviato un percorso virtuoso che ha risvegliato l’interesse per Varese anche di investitori privati che vedono finalmente una città che fa passi avanti nella modernità e per una mobilità più sostenibile. Penso ad esempio ai primi operatori del bike sharing a flusso libero che stanno guardando con interesse la nostra città proprio grazie alle nuove scelte che stiamo compiendo. Le migliorie che presentiamo oggi interesseranno tutta la città ma manterranno intatti gli obiettivi che ci siamo dati per rendere Varese più moderna e competitiva. Anche sotto l’aspetto turistico e di attrattività, insieme all’assessore Perusin stiamo studiando dei meccanismi per agevolare gli spostamenti in città durante il periodo natalizio e dei saldi”.

Scuole infanzia e primarie comunali: più semplice l’entrata a scuola

La prima novità presentata oggi riguarda i genitori che al mattino accompagnano i propri figli a scuola. Per andare incontro alle esigenze dell’ingresso nelle scuole dell’infanzia e le primarie comunali o convenzionate, anche nelle zone in cui le strisce blu esistono da anni è stato posticipato alle ore 9.00 l’orario di applicazione della sosta a pagamento nelle vie Procaccini, Cairoli, Como, Monastero Vecchio, Conciliazione , San Giusto, Bixio.

Più aree per gli Utenti frequenti

I lavoratori invece avranno nuove zone dedicate ai pass Utenti Frequenti. Chi possiede questo pass infatti potrà parcheggiare anche in via Sant’Antonio e via Maspero e via Gradisca. Questo provvedimento è stato pensato per i quartieri di Giubiano e in particolare per i lavoratori dell’ospedale e degli altri servizi pubblici presenti nella zona e per il quartiere di Casbeno dove parcheggiano molte persone che poi si recano in centro per lavorare. “In questi mesi il numero di pass Utenti Frequenti rilasciato è aumentato – ha spiegato Civati – segno che questa formula inserita in Varese si Muove funziona”.

Scuole serali: in via Bertolone sosta gratuita a partire dalle 18.00

Anche per le scuole serali è stata pensata una modifica per andare incontro a chi frequenta questi istituti e termina tardi le proprie lezioni. In via Bertolone il pagamento della sosta sarà fino alle ore 18.00 poi si potrà parcheggiare gratuitamente. Per questa zona infatti si è pensato alle esigenze degli studenti delle scuole secondarie serali che al termine delle lezioni, tra le 22:30 e le 23.00, non riescono più ad usufruire del servizio di Trasporto pubblico.

Piazzale Meucci riservato ai pendolari dalle 6 del mattino alle 18.00

In attesa che ferrovie Nord risponda al Comune in merito alle richieste di modifica della convenzione pensate per rendere più efficiente ed utilizzabile il parcheggio, l’altra  novità per il quartiere di Casbeno è costituita dalla modifica alla sosta che verrà applicata in piazzale Meucci, l’area di fronte alla stazione Nord. L’amministrazione ha deciso di ampliare la possibile utenza regolando l’area ad uso esclusivo dei pendolari solo nella fascia dalle ore 6.00 del mattino alle 18.00 dal lunedì al sabato. Nelle altre fasce orarie il parcheggio di piazzale Meucci potrà essere utilizzato da tutti. “In questi due mesi – ha spiegato l’assessore – abbiamo constatato che l’utenza ferroviaria in piazzale Meucci si concentra prevalentemente dalle 6.00 alle 18.00 circa. Con questo cambiamento quindi le aree destinate alla sosta dei pendolari potranno essere utilizzate anche da altri utenti in modo da dare una possibilità in più all’utenza occasionale, soprattutto nella giornata di domenica, nonché nelle fasce serali ove il servizio ferroviario è limitato o sospeso. Inoltre il quartiere di Casbeno, con l’apertura anche del parcheggio di via Marrone dispone oggi di circa 180 posti a disposizione dei pendolari, disponendo quindi di un buon numero di parcheggi per chi prende il treno”.

Residenti: due targhe per ogni pass e permesso ai veicoli commerciali

Le altre due migliorie studiate dall’amministrazione riguardano i residenti che potranno indicare fino a due targhe di auto di proprietà del nucleo familiare. Questo provvedimento non modificherà il numero di stalli dedicati ai residenti ma potrà facilitare ma va incontro alle esigenze e alle abitudini delle famiglie. Inoltre sarà possibile richiedere il permesso residenti anche per veicoli immatricolati come “commerciali” se in uso esclusivo del nucleo famigliare che ne farà richiesta e se il veicolo ha dimensioni compatibili con quelle degli stalli di sosta. 

Sistemazione e sostituzione pensiline trasporto pubblico

Un importante punto inserito nella delibera poi riguarda le pensiline degli autobus di Varese. La Giunta ha chiesto ad AVT di elaborare un piano da presentare entro il 31 dicembre 2017 per la sostituzione e sistemazione di tutte le pensiline del trasporto pubblico presenti sul territorio comunale.

“Dopo queste migliorie apportate oggi – ha concluso l’assessore della Giunta Galimberti – da ora in poi il Piano Varese si Muove si concentrerà su tre obiettivi che riteniamo fondamentali: la pedonalità, la ciclabilità e il potenziamento del Trasporto Pubblico. Alcuni interventi di grande portata per la città sono già stati fatti, penso al Park & Bus che sta dando ottimi risultati con circa 300 utenti giornalieri e numeri in costante crescita e con l’introduzione di nuovi sistemi innovativi del bike sharing che in pochi giorni stanno già conquistando la città. Nei prossimi mesi lavoreremo sui percorsi pedonali e i marciapiedi, investendo oltre 350 mila euro per la manutenzione e la sicurezza. Sulla ciclabilità, oltre alla pista ciclabile dalla stazione al lago il cui cantiere partirà nel 2018 tante saranno le novità nei prossimi mesi. Sul trasporto pubblico invece, il cui impianto risale addirittura al 1950 e da allora non è stato modernizzato, stiamo realizzando un piano per intervenire al più presto sull’estensione del servizio e sulle frequenze degli autobus”. 
Tag:

Leggi anche: