Il Viaggio Musicale intorno al Mondo stupisce ed emoziona il pubblico al Teatro Apollonio

Grande successo per lo spettacolo organizzato dalla Scuola dell'Infanzia di Giubiano con Teatro in Drao e ImmaginArte

15 giugno 2016
Guarda anche: Culture e SpettacoloVarese
Teatro

I bambini festeggiano la bellezza del Mondo. Uno spettacolo coinvolgente ed emozionante, dai mille colori, quello che la Scuola dell’Infanzia di Giubiano “Malnati-Macchi-Nidoli”, coordinata da Francesca Vecchi, in collaborazione con l’associazione Teatro in Drao di Clarissa Pari e con l’associazione ImmaginArte, con i Musici Estensi, ha portato sulla scena domenica scorsa al Teatro Apollonio.

Una viva collaborazione con musica, teatro e proiezioni e diversi linguaggi espressivi, che hanno contraddistinto tutti i giovanissimi protagonisti in un viaggio nel mondo.

Le insegnanti hanno portato sulla scena i piccoli attori con scenografie e coreografie che hanno rievocato le varie nazioni del mondo. Accompagnati in questi viaggio dalle note dell’orchestra dell’associazione ImmaginArte Scuola Suzuki di Varese, con una grande prova degli altrettanto giovani e talentuosi musicisti.
L’attrice e insegnante Clarissa Pari ha diretto i piccoli ed emozionanti attori del Teatro Drao, che hanno interpretato, con molta naturalezza e coinvolgimento, i personaggi della famiglia Miraggio.
La storia, tratta dal libro “Agenzia Cammin Cammina” di Laura Walter, narra di una famiglia stressata che evade dalla routine e dagli impegni quotidiani, viaggiando nel mondo grazie a delle scarpe magiche, fornite appunto dall’agenzia molto speciale.

Il pubblico, che ha riempito quasi tutti i posti disponinbili a teatro, è stato letteralmente emozionato dall’interpretazione dei piccolissimi attori, che nonostante la giovanissima età hanno dato prova di grande naturalezza e capacità. Confermando l’importanza pedagogica del teatro e della musica.

Il tema affrontato dalla storia ricorda sia ai giovanissimi che agli adulti come sia importante cercare sempre la bellezza nel mondo. Lo stress e gli impegni quotidiani spesso fanno dimenticare, appunto, le cose belle della vita. E, attraverso la conoscenza di più culture, anche diverse dalla nostra, ci possiamo arricchire e diamo colore alla pace. Un concetto, questo, espresso bene nella parte finale dello spettacolo, quando i bambini hanno dato senso alla pace, dopo aver attraversato il mondo e appreso le usanze dei  diversi popoli.
La Scuola dell’Infazia di Giubiano ha così dimostrato di essere una realtà importante e all’avanguardia nella formazione per la crescita dei giovanissimi allievi.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto: vittoria convincente della BPM Sport Management contro la Roma Vis Nova

    Tre punti per dimenticare la delusione europea. La BPM Sport Management, nel turno infrasettimanale di Campionato (16ª giornata), giocato ieri pomeriggio, batte nella Piscina del Foro Italico la Roma Vis Nova per 20-9 (6-3, 3-2, 4-3, 7-1) e centra la sesta vittoria consecutiva. I Mastini
  • Volley – La UYBA vola ai quarti, ma che fatica!

    La UYBA torna da Minsk con la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Cev in tasca. Il ko per 3-2 (25-22, 22-25, 25-21, 24-26, 15-10) rimediato nella gara di ritorno degli ottavi in casa del Minchanka Minsk, infatti, consente alle farfalle di strappare il pass per il turno successivo in virtù
  • BCC Cup, il basket con il cuore raccoglie 10.000 euro per la fondazione Il Ponte del Sorriso

    Il primo trofeo BCC Cup è andato alla solidarietà. La grande partecipazione di pubblico sugli spalti del PalaBorsani e l’agonismo messo in campo dalla Pallacanestro Openjobmetis Varese e dal Legnano Basket Knights hanno fatto vincere il grande cuore del basket e di tutti gli appassionati della
  • Volley – UYBA in Bielorussia per la Coppa CEV

    Sono due le trasferte consecutive in calendario per la UYBA che poi, non essendosi qualificata per le Final Four di Coppa Italia (Firenze, 4/5 marzo), potrà tirare un po’ il fiato. Questa mattina le farfalle sono volate in Bielorussia, a Minsk, mentre domenica saranno di scena al Mandela Forum